Incognita nanotech? La sfida della gestione responsabile

27/11/2013

Csqa Certificazioni Srl






 

COMUNICATO STAMPA

Incognita nanotech? La sfida della gestione responsabile

CSQA Certificazioni insieme a Veneto Nanotech presenta a NanotechItaly 2013 il primo standard volontario
sulla Gestione Responsabile dei Nanomateriali per prodotti destinati al consumo
 
CSQA Certificazioni insieme a Veneto Nanotech presenta, domani 28 novembre in occasione di NanotechItaly2013 - VI edizione del più importante evento internazionale in tema di nanotecnologie - il primo riferimento nazionale a disposizione delle aziende per assicurare a clienti e fornitori l’adozione di un sistema di gestione responsabile per un utilizzo consapevole dei nanomateriali lungo tutta la filiera, fino ai prodotti destinati al consumo.
 
Dal 13 dicembre 2014 entra in vigore il Regolamento UE 1169/2011, che include, tra le altre, anche disposizioni in merito all’etichettatura dei nanoingredienti nei prodotti alimentari. Il contesto legislativo nazionale ed europeo in materia di nanomateriali resta comunque lacunoso, in continua evoluzione e con scadenze in divenire. Anche da un punto di vista scientifico, i dati provenienti dalla letteratura non forniscono certezze e sono ancora insufficienti per fare delle valutazioni quantitative sulla sicurezza dei beni di consumo contenenti queste sostanze. I nanomateriali sono particelle minuscole invisibili all'occhio umano, presenti nella nostra vita quotidiana in prodotti di uso comune come alimenti, cosmetici, elettronica e farmaci. Sebbene abbiano molte proprietà positive, esistono ampie lacune nella nostra conoscenza dei rischi per la salute a essi associati. Va prestata quindi molta attenzione alla loro gestione mentre le ricerche sull'argomento sono ancora in corso.
 
In questo contesto molte aziende hanno la necessità di trovare un modello organizzativo di riferimento e proprio per questo CSQA e Veneto Nanotech hanno collaborato alla stesura di uno standard per la ‘Gestione Responsabile dei Nanomateriali per prodotti destinati al consumo’. “Questo strumento è utile alle aziende che utilizzano nanomateriali per dimostrare a clienti e fornitori di aver implementato un sistema di gestione, misure di prevenzione, monitoraggio e controllo dei processi produttivi nonché un sistema di aggiornamento dei dati relativi ai nanomateriali e di valutazione delle competenze necessarie per la valutazione del livello di responsabilità applicato/applicabile”- conferma la dr.ssa Maria Chiara Ferrarese di CSQA Certificazioni, Responsabile del Settore Progettazione &Innovazione di CSQA.
 
La dr.ssa Alessia Bortolozzo, Projecct Manager di CSQA, ribadisce come “le aziende sono spesso coscienti di aver bisogno di uno strumento di assicurazione per la gestione responsabile dei nanomateriali, ma non riescono a trovare nessun riferimento gestionale”.
 
Lo Standard può essere adottato sia da aziende che producono beni di consumo (settore Alimenti, Cosmetici, Packaging, Materiali ed oggetti a contatto con alimenti, Tessile/pellami…) sia da quelle che intervengono lungo la filiera produttiva (MP-incluso imballaggio, attrezzature, agenti di pulizia, additivi e/o ingredienti, Prodotti intermedi-incluso imballaggio, attrezzature, agenti di pulizia, additivi e/o ingredienti, Trasformatori, Operatori del trasporto/immagazzinamento, Distributori, ecc.). Nasce con lo scopo di provare che sia stato fatto tutto il possibile secondo lo stato più avanzato delle conoscenze, per assicurare che l’azienda abbia adottato un sistema di gestione responsabile per un utilizzo consapevole dei nanomateriali lungo tutta la filiera, fino ai prodotti destinati al consumo.
 
Elementi chiave dello Standard:
  • la comunicazione lungo la filiera produttiva, dal fornitore al produttore, fino all’utilizzatore finale. È essenziale per raccogliere e fornire tutte le informazioni necessarie ad assicurare una produzione e un utilizzo responsabili di prodotti contenenti o derivanti da nanotecnologie/manomateriali;
  • una linea guida per la raccolta e la valutazione dei parametri utilizzati per quantificare l’esposizione e gli effetti del nanomateriale nell’ambito dell’analisi di rischio;
  • una procedura di valutazione e attestazione come strumento utile per interpretare e misurare i parametri in termini di gestione responsabile dei processi aziendali nell’utilizzo dei nanomateriali;
  • le buone prassi contenute in una guida per identificare gli elementi gestionali che possono determinare un maggior livello di utilizzo responsabile del nanomateriale per la massima protezione per il cliente/consumatore;
  • il sistema di gestione.
 
Vantaggi
  • Lo standard consente all’azienda di avere uno schema di raccolta e valutazione dei dati relativo ai nanomateriali utile per l’adempimento legislativo già in vigore o in possibile definizione.
  • La possibilità di avere sotto controllo la rintracciabilità completa dei nanomateriali all’interno dei processi produttivi e lungo l’intera filiera produttiva attraverso l’applicazione di una comunicazione responsabile e consapevole.
  •  L’azienda, attraverso la procedura di valutazione è in grado di fornire schede di prodotto standard con dei requisiti minimi a garanzia della qualità del prodotto.
  • La garanzia di avere un gruppo di lavoro interno (o esterno) altamente competente e aggiornato sulle nanotecnologie utilizzate.
  • L’applicazione del sistema di gestione è perfettamente sovrapponibile con altri sistemi di gestione presenti in azienda: favorisce infatti l’inclusione del prodotto nanotech all’interno del processo e/o della filiera produttiva.
 
 
Roma, 27 novembre 2013
 
Ufficio Stampa c/o extra comunicazione
Serena Ferretti Cell. 346 4182567
Maria Francesca Moroni Tel. 0698966361
Email: ufficiostampa@extracomunicazione.it
 

Per informazioni:

Ufficio Stampa c/o Extra Comunicazione
ufficiostampa@extracomunicazione.it
Serena Ferretti 346 4182567
Roberta Santangelo 348 4354714