CSQA saluta il dr. Luigi Bartoli

12/05/2015

Il dr. Luigi Bartoli ci ha lasciati il 16 aprile scorso.
E' stato fondatore di CSQA con il dr. Luigino Disegna e il dr. Pietro Bonato.

Il dr. Luigi Bartoli, originario di Imola, è stato una figura di rilievo per l'agricoltura ed il settore agroalimentare dapprima vicentino e poi regionale veneto.
Laureato in agraria ha iniziato la sua carriera presso gli uffici del ministero dell'agricoltura. inviato agli ispettorati agrari prima ad Arezzo e poi a Potenza. Alla fine degli anni 60 fu trasferito a Vicenza dove divenne prima ispettore zootecnico e poi, con il trasferimento delle competenze alle regioni, capo dell'ispettorato agrario di Vicenza.
 
Negli anni 70 fu chiamato a dirigere il dipartimento agricoltura della Regione Veneto e quindi dal 76 fu nominato segretario regionale al settore primario.
 
Nel 1982 fu nominato direttore dell' allora Istituto Lattiero Caseario di Thiene,
Nel periodo 82 - 94, anni in cui mantenne la guida, prima del pensionamento, all'Istituto sono state affidate competenze sull'intero comparto agroalimentare ed ha conosciuto un intenso sviluppo, sia strutturale, nella dotazione di laboratori di analisi e sperimentazione, per il settore agricolo ed agroalimentare, che gestionale fino a diventare un punto di riferimento nazionale ed europeo.
 
Nell '89 ha avviato la realizzazione del Centro Pilota per le biotecnologie agroalimentari, per lo studio e la produzione di mocrorganismi utili per le fermentazioni nei processi alimentari (enologia, lattiero-caseario, carni insaccate, prodotti da forno, etc.)  poi attivato nel 94,dal suo successore alla direzione.
 
Nel 1990, in collaborazione con gli attuali presidente e direttore Luigino Disegna e Pietro Bonato, fu il fondatore di CSQA, primo ente di certificazione per il settore agricolo ed agroalimentare  accreditato in Italia e destinato ad assumere un ruolo di rilievo internazionale nel corso degli anni.
 
Di CSQA fu direttore fino al 94, poi presidente dal 1999 al 2009 allorchè si dimise per motivi di salute, non senza aver contribuito nel periodo di presidenza a consolidare attività e prestigio dell' ente di certificazione, divenuto nel frattempo principale organismo di controllo dei prodotti agroalimentari e riferimento del made in Italy dell'agroalimentare nel mondo.
 
Va infine ricordato che nel 2008 da presidente di CSQA partecipò insieme a Federdoc, all'attivazione di Valoritalia, attualmente ente leader nazionale per il controllo e la certificazione del settore vitivinicolo, e di cui CSQA è ente componente di riferimento per la certificazione volontaria delle aziende vitivinicole.
 
La carriera del dr. Bartoli è stata contraddistinta dalla capacità di precorrere i tempi e di anticipare quelle che sarebbero poi state le necessità di ricerca, di innovazione di promozione per l'affermazione del comparto e dei prodotti dell'agroalimentare veneto e nazionale sui mercati interni ed internazionali.