Formaggio Silter DOP, prima marchiatura

04/07/2016

 
Una giornata straordinaria per il Consorzio Silter Dop, presieduto dal dalignese Andrea Bezzi, e la Valle Camonica: prima marchiatura del Formaggio Silter DOP.

Dopo più di dieci anni dall’avvio delle procedure per il riconoscimento della DOP del Formaggio Silter, il 30 giugno a Sulzano in occasione dell’evento internazionale “The Floating Piers” è stata marchiata la prima forma di formaggio Silter DOP, alla presenza oltre che dei produttori anche delle autorità anche di CSQA, in qualità di Ente Certificatore riconosciuto dal Ministero, per la verifica della corrispondenza delle produzioni rispetto al Disciplinare approvato e relativo Piano dei Controlli. Presenti, oltre ad Andrea Brezzi, i presidenti delle Comunità Montane Valle Camonica e Sebino Bresciano, Oliviero Valzelli e Paola Pezzotti, gli amministratori locali e  gli operatori.
 
Il marchio a fuoco è costituito dalla scritta “SILTER” a forma di arco con al centro la scritta “D.O.P.”; da un’incisione rupestre riportante una scena di aratura e delle stelle alpine.
Il logo identificativo è impresso a fuoco su una faccia del formaggio non prima di 100 giorni dalla data di produzione.

Ad oggi le richieste di adesione al sistema dei controlli DOP Silter suddivise per attività sono: 42 allevamenti (di cui 10 di malga), 25 caseifici (di cui 11 di malga), 29 stagionatori (di cui 11 di malga).
I riconoscimenti già ottenuti ai sensi del DPC046 Silter DOP suddivisi per attività sono: 26 allevamenti (di cui 10 di malga), 20 caseifici (di cui 10 di malga), 23 stagionatori (di cui 10 di malga).

“Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante traguardo – sottolineano Andrea Bezzi e i presidenti della Comunità Montane, Oliviero Valzelli e Paola Pezzotti –  ricordando che la marchiatura di oggi vuole essere l’inizio di un percorso di promozione dei prodotti locali che guardi anche al mercato internazionale, e l’iniziativa con The Floating Pears è un occasione imperdibile per far conoscere le nostre eccellenze agroalimentari della Valle Camonica e del Sebino Bresciano”. (Fonte: http://www.gazzettadellevalli.it/)