Integratori alimentari, prima certificazione italiana

01/06/2015

PRIMA CERTIFICAZIONE CSQA PER INTEGRATORI ALIMENTARI
 
 
Per la prima volta in Italia viene certificata una linea di integratori alimentari contenenti microrganismi probiotici. CSQA ha verificato che fossero soddisfatti tutti i requisiti per poi consegnare la certificazione di prodotto “Vitalità probiotica certificata” all’azienda Zeta Farmaceutici. Lo standard DTP 118 fornisce garanzie al consumatore sul contenuto di microrganismi probiotici fino alla scadenza del prodotto e, in caso di miscele di microrganismi, il rispetto dei quantitativi minimi dichiarati in etichetta.
 
Sono quattro i prodotti dell’azienda Zeta Farmaceutici certificati da CSQA come conformi allo standard DTP 118 “Integratori alimentari contenenti microrganismi probiotici”: Prolife 10 forte, Prolife lactobacilli, Prolife pediatrico e Prolife 10 forte capsule. 
 
I requisiti essenziali oggetto della certificazione, che non si applica ai prodotti farmaceutici e cosmetici né ai prodotti alimentari, sono:
‐ per almeno uno dei ceppi presenti nell’integratore, numero di microrganismi vivi al confezionamento pari almeno a 1x109, calcolato sulla dose di prodotto;
‐ per almeno uno dei ceppi presenti nell’integratore, numero di microrganismi vivi alla scadenza pari almeno a 1x109, calcolato sulla dose di prodotto;
‐ rispetto, fino alla data di scadenza del prodotto, del contenuto minimo dichiarato in etichetta per ciascuno dei ceppi microbici indicati.
 
CSQA, attraverso il proprio iter certificativo, dopo la fase di richiesta di pre-certificazione da parte dell’azienda e il successivo invio della documentazione necessaria (in particolare: disciplinare tecnico aziendale predisposto per la gestione del DTP 118), ha effettuato le analisi documentali (off site), la verifica ispettiva in situ e il campionamento per analisi. Una volta redatto il rapporto di verifica ispettiva e i rapporti di analisi, l’ente ha rilasciato la certificazione. Seguiranno verifiche ispettive annuali con analisi periodiche al fine di valutare il rispetto dei requisiti. Il certificato ha durata triennale.
 
Con questa prima certificazione per integratori alimentari contenenti microrganismi probiotici - ha detto Pietro Bonato, Direttore Generale e AD di CSQA - vogliamo offrire garanzie importanti al consumatore sulle caratteristiche di vitalità dei probiotici e il rispetto dei requisiti minimi dichiarati in etichetta. Ci teniamo a sottolineare che il nostro limite relativo all’incertezza di misura applicata al calcolo dei quantitativi di microrganismi è più restrittivo rispetto a quanto previsto dalle Linee guida del Ministero della Salute su probiotici e prebiotici. Ci auguriamo che altre aziende farmaceutiche decidano di applicare lo standard DTP 118 per offrire sul mercato prodotti certificati utili al benessere e alla salute di chi li acquista”.
 
“Siamo orgogliosi di aver contribuito a realizzare un nuovo standard a garanzia del consumatore. - ha dichiarato Cesare Benedetti, Presidente di Zeta Farmaceutici - Abbiamo messo a punto per primi una procedura di produzione che garantisce la vitalità dei ceppi fino alla scadenza del prodotto. La certificazione di CSQA conferma non solo la validità di quella procedura, ma anche che Zeta Farmaceutici non esita a confrontarsi con sistemi sofisticati di verifica e controllo, convinti come siamo della qualità della nostra organizzazione”.