Benessere animale in allevamento


Che cos'è


Il CReNBA – centro di referenza nazionale per il benessere animale – ha realizzato uno standard pubblico volto a monitorare lo stato di benessere animale degli allevamenti di bovini da carne e da latte.

Lo standard CReNBA è relativo alla sola fase di allevamento e non prevede procedure per la gestione delle fasi successive a quella di allevamento (es. trasporto, trasformazione, macellazione etc.).

Benessere animale degli allevamenti di bovini da carne
La validità dello standard CReNBA è stata riconosciuta dal Ministero della Salute e dal MIPAAF che ha previsto e autorizzato l’informazione “Garanzia di benessere animale in allevamento valutato secondo lo standard del Centro di Referenza Nazionale” a diverse Organizzazioni (in base al Reg. CE 1760, al decreto Decreto MIPAAF 16 gennaio 2015 e alla Circolare 7770 del 13/04/2015).

L’informazione approvata dal MIPAAF è utilizzabile nell’etichetta delle carni bovine in base ad una specifica procedura concordata con il MIPAAF e inserita nel disciplinari di etichettatura facoltativa delle organizzazioni autorizzate.

Leggi Metodo CReNBA per la valutazione del benessere e della biosicurezza nell'allevamento bovino da carne



Benessere animale degli allevamenti di bovini da latte
Poiché il settore lattiero-caseario, come altri, non è regolato da norme di legge verticali in materia di etichettatura, per poter comunicare il benessere animale in etichetta è necessario rispettare una procedura volta ad accertare e dimostrare che il claim “Benessere animale in allevamento" sia:
  1. valutato secondo lo standardCReNBA 
  2. utilizzato esclusivamente su prodotti ottenuti da materie prime (latte / carne) di animali di allevamenti conformi allo standard CReNBA (rintracciabilità).
Leggi Metodo CReNBA per la valutazione del benessere e della biosicurezza nell'allevamento della bovina da latte





Punti chiave


VERIFICA VETERINARIO QUALIFICATO CReNBA
Il veterinario qualificato CReNBA effettua la valutazione in stalla, compila la check list CReNBA e la trasmette allo stesso CReNBA che provvede all’elaborazione dei dati e al calcolo della percentuale di conformità.
Gli allevamenti che attraverso l’attestato di elaborazione dei dati emesso dal CReNBA evidenziano il superamento del punteggio minimo previsto dallo standard CReNBA sono giudicati conformi.

RINTRACCIABILITA'
L’azienda interessata a certificare il Benessere animale e dichiararlo sui prodotti trasformati deve predisporre un disciplinare di filiera volto a dimostrare la provenienza del latte esclusivamente dagli allevamenti che hanno superato il punteggio minimo previsto dal disciplinare CReNBA e che hanno quindi ottenuto l’apposita autorizzazione da parte del CReNBA.

Il disciplinare deve quindi descrivere:
  • la procedura di qualifica degli allevamenti e di mantenimento della relativa qualifica
  • la procedura di rintracciabilità e segregazione del prodotto in tutte le fasi (allevamento, trasporto, trasformazione, confezionamento, etichettatura).
  • la modalità di identificazione del prodotto finito (es. claim, marchio, logo etc.)
  • la procedura di gestione delle non conformità e dei reclami
  • il prodotto /i oggetto di certificazione
  • gli accordi di filiera fra capofiliera e allevamenti conferenti
  • l'elenco degli allevamenti e relativo punteggio ottenuto.
In caso di esito positivo CSQA rilascia un certificato di conformità con l'autorizzazione di uso logo riportante la dicitura "Benessere animale in allevamento"

Vantaggi


  • La nuova PAC: pone “il benessere animale” fra le 4 condizioni per l’accesso al regime di aiuti da parte dell’UE.
  • Possibilità di comunicare in modo serio e oggettivo: La certificazione consente di dimostrare al consumatore, sempre più sensibile a queste tematiche, il proprio impegno verso il benessere animale.
  • Valenza istituzionale dello Standard: Lo Standard di riferimento è del CReNBA, struttura pubblica, Centro di Referenza Nazionale sul benessere animale e ha quindi un avvallo e una validità su tutto il territorio nazionale.