Lombardia, per biomasse e biogas

23/01/2014

Un maggiore accesso al credito, insieme agli sgravi fiscali e alla semplificazione burocratica, è fondamentale per un più efficace sviluppo dell'efficienza energetica e delle produzioni con fonti energetiche rinnovabili.

Lo dicono da sempre operatori e associazioni di settore. Per questo l'accordo di collaborazione siglato oggi tra Fiper, Federazione Italiana dei Produttori di Energia da fonti Rinnovabili, e il Gruppo Intesa Sanpaolo, è un segnale positivo accolto con grande entusiasmo.
 
L'obiettivo finale sono il sostegno e lo sviluppo delle attività produttive legate alla filiera legno-energia (teleriscaldamento a biomassa e biogas) in Lombardia e da estendere successivamente a livello nazionale. L'accordo di collaborazione prevede, oltre ai tradizionali prodotti e servizi dedicati alle imprese, anche strumenti finanziari specifici per le imprese che operano nel settore della agricoltura e delle energie rinnovabili e personalizzati rispetto alle esigenze delle diverse attività produttive delle imprese lombarde aderenti a Fiper.

In particolare, è previsto il finanziamento per crediti di fornitura e anticipo credito d'imposta: possibilità di finanziare fino al 100% i debiti per forniture di merci e di servizi con durata da un minimo di 2 a un massimo di 12 mesi; il finanziamento a breve termine per prestiti alle aziende lombarde associate alla Fiper e alle aziende della filiera produttiva locale; il supporto finanziario a investimenti per ammodernamento,riconversione colturale e riqualifica della filiera produttiva, investimenti in impianti fissi e macchinari, interventi migliorativi (es. riqualifica, acquisto, costruzione e ristrutturazione immobili).

Walter Righini, Presidente Fiper, non nasconde la propria soddisfazione: "si tratta di un segnale importante in un momento in cui le piccole e medie imprese soffrono per la difficoltà di trovare un sostegno economico alla propria attività d'impresa presso il sistema creditizio. Il Gruppo Intesa Sanpaolo ha dimostrato grande sensibilità in tal senso e si è da subito attivato per individuare insieme a noi gli strumenti finanziari più adeguati a supportare le nostre imprese associate e affiancarle nel loro percorso di crescita e sviluppo".

Il settore agro-energetico in Lombardia riveste da sempre un'importanza fondamentale per il tessuto economico della regione. "Rappresenta anche un settore che esprime l'esigenza di un supporto finanziario specifico e continui investimenti in tecnologie avanzate e in innovazione –aggiunge Pier Aldo Bauchiero, Responsabile Direzione Regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo -. La nostra banca può offrire alle imprese di questo comparto non solo le risorse ma anche le competenze specialistiche necessarie a sostenerne gli investimenti e individuare gli strumenti per una crescita sostenibile nel tempo. Desideriamo proporci come veri e propri partner per le imprese di questa filiera e favorire tra queste il costituirsi di sinergie virtuose, possibili solo in un sistema di rete, che portino a positive ricadute per le aziende stesse e per tutto il territorio". (Fonte: Roberta Ragni, greenbiz.it)