Lombardia: bando Fondazione Cariplo

12/03/2013

Con l'attuale congiuntura economica anche gli enti pubblici locali si trovano a dover affrontare la riduzione delle proprie risorse e una difficoltà sempre maggiore nell'accesso al credito, così che si rende necessaria la ricerca di altre forme di finanziamento che possano sostenere investimenti per provvedimenti di risparmio energetico.

Per questo, Fondazione Cariplo eroga contributi per le attività volte a predisporre la domanda di assistenza tecnica o di finanziamento ad uno strumento comunitario o nazionale. In particolare saranno sostenute le spese per la presentazione delle domande a questi strumenti: il progetto "European Local Energy Assistance" (ELENA), il "Fondo Europeo per l'efficienza energetica" , il Mobilizing Local Energy Investments (MLEI) e il Fondo Kyoto.

Il bando che ha un budget complessivo di 1,5 milioni di euro e per cui non è prevista nessuna scadenza, mira dunque ha permettere la partecipazione degli enti pubblici locali a questi strumenti al fine di promuovere la realizzazione di interventi di efficienza energetica sul patrimonio pubblico, attraverso il sostegno alla predisposizione della domanda di finanziamento. Soggetti ammissibili sono, nel territorio di Regione Lombardia e delle Provincie di Novara e Verbano-Cusio-Ossola, i Comuni sopra i 5.000 abitanti, Unione o Consorzi di Comuni, Comunità Montane e Provincie.

Gli enti pubblici per poter essere ammissibili dovranno aver approvato il PAES (Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile) in Consiglio Comunale oppure essere accreditati come struttura di supporto presso il Patto dei Sindaci.

La richiesta di contributi potrà essere compresa, per quanto riguarda il sostegno alla partecipazione ai bandi europei, tra 15.000 e 50.000 euro e comunque inferiore al 75% dei costi totali; mentre, per quanto riguarda il fondo Kyoto tra 15.000 e 75.000 euro e non superiore al 75% dei costi totali della presentazione della domanda.

Il finanziamento sarà erogato in due tranche: fino al 50% successivamente alla presentazione della domanda all'ente erogatore; il rimanente subordinato all'accoglimento della medesima. È possibile consultare il bando  e visionare la presentazione sul sito della Fondazione. (Fonte:  Mauro Borroni, Alternativasostenibile.it)