Esco: nuovo schema di accreditamento

19/07/2014

Accredia, l’ente unico nazionale di accreditamento, ha deliberato l’avvio di un nuovo schema di accreditamento per gli organismi che vorranno certificare, secondo la norma UNI 11352, le ESCO.

Le ESCO, Energy Service Company, sono società che effettuano interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica assumendo su di sé il rischio dell’iniziativa e liberando il cliente finale da ogni onere organizzativo e di investimento.

La norma UNI 11352 definisce per gli organismi di certificazione lo schema generale e una lista di controllo per la verifica dei requisiti delle ESCO che forniscono ai propri clienti servizi di efficienza energetica. In particolare, la norma si sofferma sui requisiti generali e le capacità (organizzativa, diagnostica, progettuale, gestionale, economica e finanziaria) che una ESCO deve possedere per poter offrire i servizi di efficienza energetica e le attività peculiari, presso i propri clienti.

I risparmi ottenuti vengono condivisi fra la ESCO e il cliente finale con diverse tipologie di accordo commerciale e consentono di condividere con lo stesso i benefici economici derivanti dalla razionalizzazione dei consumi energetici.

“Gli interventi di efficienza energetica sono diversificati e cambiano a seconda del campo di applicazione” ha affermato Filippo Trifiletti, direttore generale di Accredia “pertanto è molto importante il ruolo che le ESCO possono offrire. Lo schema di accreditamento approvato da Accredia consentirà di qualificare al meglio questo importante mercato, contribuendo a rendere ancora più sicuri i processi volti a massimizzare l’efficienza energetica”.
Fonte. http://magazine.greenplanner.it)