Ipeec, quantificare i benefici da efficienza energetica

14/05/2012

I benefici collaterali dovuti dal potenziamento dell'efficienza energetica, per quanto possibile devono essere enumerati e quantificati: e' quanto emerso dalla riunione del comitato direttivo dell'IPEEC, soggetto autonomo internazionale che promuove l'implementazione di politiche di efficienza energetica, programmi e tecnologie, attraverso discussioni ad alto livello tra i suoi membri.

Il summit, quest'anno, e' stato ospitato in Italia, presso la sede del GSE. Leonardo Senni, capo Dipartimento per l'Energia del Ministero dello Sviluppo Economico italiano e Gerardo Montanino, Direttore della Divisione Operativa del GSE, hanno rappresentato lo stato dell'arte italiano in ambito di efficienza energetica ai delegati riuniti provenienti da Australia, Brasile, Canada, Unione Europea, Francia, Germania, India, Giappone, Korea, Regno Unito, Russia e Stati Uniti Stati.

  Dai lavori dei delegati dell'IPEEC e' emerso che:
- esistono opportunita' per finanziare le misure di efficienza energetica usufruendo di finanziamenti pubblici o privati. In particolare, sono state esposte e affrontate le esperienze dei vari paesi circa metodi efficaci per il coinvolgimento delle banche commerciali. Sono stati discussi inoltre i passi da effettuare per accrescere i finanziamenti da fornire all'efficienza energetica attraverso la riduzione dei premi di rischio, lo sviluppo di garanzie contro i rischi, nonche' gli indicatori di analisi comparative;
- sono state prese in esame possibili misure volte a influire sulla richiesta degli usi finali di energia attraverso programmi mirati effettuati dai fornitori di energia. I Paesi membri dell'IPEEC hanno reso disponibili varie opportunita' che sono state attentamente valutate insieme alle raccomandazioni fatte affinche' sia possibile replicare i programmi gia' sviluppati ritenuti di successo.
E' emerso che i benefici collaterali dovuti dal potenziamento dell'efficienza energetica debbano essere enumerati e quantificati per quanto possibile. I delegati riuniti hanno elencato i possibili benefici tra i quali il miglioramento della salute e della produttivita', le maggiori possibilita' di avere accesso all'energia, il miglioramento della sicurezza della rete e la riduzione delle importazioni di petrolio.
  E' stato riscontrato inoltre che l'utilizzo di una combinazione dei metodi discussi nel corso della riunione e' stato essenziale per sbloccare l'enorme potenziale dell'efficientamento energetico. Si stima che, solo negli Stati Uniti, possano essere risparmiati oltre 12.000 miliardi di USD adottando misure di efficienza energetica accrescendo inoltre la creazione di posti di lavoro. L'incontro si e' concluso con la decisione di incrementare le attivita' dell'IPEEC tanto nel settore nel settore dell'edilizia quanto nella formazione di energy manager nei paesi membri IPEEC. (Fonte:AGI) .