Risparmi da miglioramento energetico

22/03/2016


Entro il 31/03 ai sensi dell'art.7 comma 8 del Dlgs 102/2014 bisogna comunicare ad ENEA i risparmi degli interventi di miglioramento energetico che sono stati rendicontati nel corso del 2015, ossia gli interventi che hanno generato un effettivo risparmio nell'anno 2015.
 
Questa comunicazione riguarda tutti i siti, sia quelli oggetto di diagnosi energetica sia quelli esclusi dall'obbligo in virtù del campionamento.
 
Se non avete realizzato interventi, non è necessario effettuare alcuna comunicazione.
 
Qui sotto una sintesi dei punti essenziali dell'adempimento. 
  • CHI DEVE COMUNICARE: aziende obbligate alle diagnosi secondo l’art. 8 del d.lgs. 102/2014 e tutte le imprese che hanno implementato un SGE secondo la ISO 50001. Volontariamente qualsiasi altra impresa che abbia realizzato interventi di miglioramento energetico.
  • COSA DEVE COMUNICARE: i consumi divisi per vettore energetico dell'anno 2014 e 2015, la produzione 2014 e 2015. Da un calcolo di normalizzazione delle produzioni risulteranno i risparmi che andranno, se ottenuti, sottratti dei TEE eventualmente percepiti per interventi di risparmio.
  • DOVE SI APPLICA: si applica a tutti i siti (anche quelli eventualmente esclusi dal piano di campionamento) dove si siano implementati interventi di miglioramento tecnologico o gestionale. L'obbligo vale anche per i siti delle aziende che hanno implementato un SGE conforme a ISO 50001.
  • COME SI APPLICA: occorre completare e inviare entro il 31.03 p.v. il foglio excel opportunamente predisposto da ENEA tramite il portale ENEA dedicato.

Ulteriori dettagli sono disponibili QUI.