Controlli ufficiali, pubblicata la relazione 2011

16/11/2012

Pubblicata sul sito del Ministero della Salute la relazione "Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia - Anno 2011".

Nel corso dello scorso anno, i Servizi di Igiene degli aimenti e della Nutrizione e i Servizi dei Dipartimenti di Prevenzione delle Asl hanno complessivamente controllato 358.196 unità operative, pari al 24,7% del numero di strutture segnalate sul territorio nazionale (1.448.072).

Le unità con infrazioni sono state 53.180 contro le 50.929 del 2010.

Le percentuali più elevate di irregolarità sono state riscontrate nell'attività della ristorazione e dei produttori e confezionatori. In particolare, le maggiori irregolarità riguardano l'igiene generale, il personale e l'Haccp.

Per quanto riguarda l'attività analitica, sono stati analizzati 117.185 campioni, di cui 1.529 sono risultati irregolari.

Per quanto riguarda le contaminazioni microbiologiche, oltre a Salmonella e Listeria, il maggior riscontro di non conformità sui campioni analizzati è stato rilevato nei prodotti lattiero-caseari, soprattutto per stafilococchi e Escherichia coli.
Per quanto riguarda pesci, crostacei e molluschi, il principale contaminante microbiologico è risultato essere Escherichia coli.
Le principali contaminazioni chimiche riportate nella voce "altro" riguardano la presenza di allergeni in carne e prodotti a base di carne, seguiti da sostanze inibenti in prodotti a base di carne. (Fonte: alimentibevande.it)