Flessione dell'export, crescita import

26/08/2015

I dati relativi al Commercio Estero nel mese di giugno 2015, pubblicati dall’ ISTAT ad agosto, indicano una flessione congiunturale dell’export e una crescita dell’import, con un avanzo commerciale di 2,8 miliardi di euro, in calo rispetto a giugno 2014 (3,3 miliardi di euro).

L’export italiano ha registrato a giugno una performance negativa dello 0,6%, in ragione del rilevante calo delle vendite nei Paesi Extra-UE, scese dell'1,9% e non compensate dalla contestuale crescita nei paesi UE, limitata allo 0,9%.

Il dato relativo all'interscambio col Belgio nel mese di giugno è però particolarmente positivo, indicando il maggior dinamismo sia per le esportazioni (+37,6%), che per le importazioni italiane (+32,6%) in confronto con lo stesso mese del 2014.

Il Belgio, pertanto, è stato il mercato con la maggiore crescita per i prodotti italiani, mentre sul fronte delle importazioni il dato belga segue solo quello che include l'intera area ASEAN, le cui esportazioni verso l'Italia sono cresciute del 33,7%.

Su base semestrale il dato sulle esportazioni italiane in Belgio nel 2015 registra una crescita del 9% sul 2014, con gli incrementi più rilevanti registrati nei settori dei prodotti dell'agricoltura, silvicultura e pesca (+ 20%), prodotti dell'attività manifatturiera (+ 8,6%), prodotti alimentari (+7%), legno e prodotti in legno (+13,5%) , articoli farmaceutici (+16,2%), macchinari ed apparecchi n.c.a. (+16%), mezzi di trasporto (+12%) e autoveicoli (+26,6%). Il valore complessivo delle esportazioni italiane nel primo semestre 2015 supera i 7,1 miliardi di euro, mentre le importazioni dal Belgio hanno raggiunto gli 8,8 miliardi, con una crescita sul 2014 del 17%. (ICE BRUXELLES)