Innovazione tecnologica nell'industria food

08/10/2013

L'industria alimentare e delle bevande europea è una delle più innovative al mondo. È avanti nello sviluppo di tecniche e tecnologie innovative per la produzione di alimenti sicuri, gustosi e nutrienti. 

Il progetto RECAPT ("Retailer and consumer acceptance of promising novel technologies and collaborative innovation management"), finanziato dall'UE, sta lavorando per fare in modo che gli attori principali nell'industria alimentare si uniscano per collaborare e innovare. 

In sostanza, l'obiettivo è quello di ottenere il massimo dai più recenti sviluppi scientifici e tecnologici in questo settore chiave e di renderlo ancora più competitivo. 
Il progetto mira a promuovere lo scambio di informazioni, supportare la creazione di fiducia e, nel lungo periodo, favorire la cooperazione su nuove innovazioni lungo la filiera alimentare. 

Il team di RECAPT ritiene che una maggiore cooperazione nello sviluppo di nuove tecnologie nella produzione alimentare permetterà all'industria di convertire le scoperte della ricerca in prodotti che riflettono le mutevoli domande dei consumatori. 

La cooperazione farà arrivare più velocemente nuovi cibi nei carrelli della spesa e sui tavoli da pranzo, aumentando il valore e supportando la sostenibilità economica, sociale e ambientale

Per creare una cooperazione più stretta, RECAPT ha creato un forum collaborativo per l'innovazione alimentare (Collaborative Food Innovation Forum - CFIF) per la discussione e la creazione di reti tra i soggetti della catena alimentare. 
Il CFIF è un luogo d'incontro unico, che riunisce scienziati, produttori alimentari, rivenditori, ristoratori e organizzazioni di consumatori.

Le questioni chiave affrontate nell'ambito della struttura del CFIF comprendono: 
- promettenti nuove tecnologie; 
- accettazione da parte dei consumatori di nuovi prodotti basati su tali tecnologie; 
- accettazione di nuovi prodotti da parte di rivenditori e ristoratori; 
- processi di gestione delle innovazioni nel settore alimentare. 

 
Al momento RECAPT ha identificato 15 nuove tecnologie di lavorazione degli alimenti che possiedono il potenziale di portare a nuovi prodotti e servizi alimentari in Europa. Queste comprendono pellicole d'imballaggio derivate da biomassa e biodegradabili, rivestimenti commestibili, irradiazione con fascio di elettroni, lavorazione ad alta pressione, taglio a ultrasuoni e monitoraggio dell'identificazione tramite radio frequenza. 

Il primo workshop CFIF per discutere queste innovazioni si è svolto a Parigi il 25 ottobre 2012. 
Il CFIF gioca un ruolo reale e importante nello stimolare sforzi collaborativi e nel supportare la creazione di reti per la condivisione di conoscenze e nuovi modelli di relazioni. Il team sta prestando particolare attenzione al coinvolgimento dei rivenditori, in considerazione del loro impatto diretto su costo, qualità e tempo per giungere sul mercato dei nuovi prodotti. 

Il forum fornisce inoltre alle parti interessate le migliori e più recenti informazioni su tecnologie, processi e prodotti alimentari emergenti, oltre che su nuovi servizi, modelli aziendali e attività innovative per la produzione e la distribuzione. 
Il progetto RECAPT ha ricevuto quasi 1 milione di euro di finanziamenti dall'UE. Esso proseguirà fino al mese di novembre del 2014. (Fonte: cordis.europa.eu)