Micotossine nei cereali, Linee guida Mipaaf

28/04/2016


Il documento "Linee guida per il controllo delle micotossine nella granella di mais e di frumento",approvato dalla Conferenza Stato-Regioni venerdì scorso, è stato proposto a febbraio dal Ministero delle Politiche Agricole, per coordinare lo svolgimento di una attività di interesse comune fra le amministrazioni centrali e regionali. 

Il via libera della Conferenza è arrrivato dopo una prima riunione tecnica, a marzo, che si è conclusa con il parere favorevole da parte di tutte le Regioni e con  l'impegno del Mipaaf ad aprire un tavolo con i Ministeri della Salute e dello Sviluppo Economico sul percorso di smaltimento delle partite contaminate. Al riguardo, l'Accordo raggiunto in Conferenza invita a prendere in considerazione le conclusioni a cui provengono gli studi condotti da CRPA di Reggio Emilia e dalla Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza sulla digestione anaerobica di matricie agro-zootecniche.

Le Linee Guida riassumono, con finalità operative, i punti critici e gli interventi volti a ridurre la probabilità di incorrere in elevate contaminazioni da micotossine nella granella di mais e di frumento; sono evidenziate le condizioni e gli interventi che maggiormente permettono di contenere tali contaminanti in modo indiretto e diretto. Spiega il Mipaaf che non si tratta di prescrizioni da applicare ai processi di filiera e nemmeno di disciplinari di produzione, ma che le medesime prescrizioni sono alla base per la loro definizione e stesura. Le indicazioni riportate hanno carattere puntuale, ma adattate di volta in volta alle differenti realtà locali.

Il documento è strutturato in quattro parti:

· Linee guida per il controllo delle micotossine: elencano e descrivono le misure per la gestione e il controllo delle micotossine, evidenziando la motivazione del rischio e le condizioni di criticità, l'efficacia e, infine, le strategie e le azioni di controllo;
· Percorsi produttivi ottimali per il contenimento delle micotossine: esaminano cronologicamente i percorsi produttivi durante il ciclo colturale, le strategie e le azioni di controllo, evidenziando le interazioni tra le diverse misure e la sequenza delle pratiche da porre in atto;
· Definizione del livello di rischio: riguarda la definizione del livello di rischio probabile a seguito di definite condizioni agronomiche;
· Guida all'uso dell'applicativo "Valutazione rischio micotox": è la guida all'utilizzo di un applicativo per computer, tablet e smartphone appositamente messo a punto per prevedere il rischio di contaminazione da micotossine su mais e frumento. (Fonte: http://www.anmvioggi.it/)