Ue-Marocco: accordo per le IG

12/05/2015

Unione Europea e Marocco hanno concluso un accordo di protezione reciproca delle loro Indicazioni geografiche(Ig) nel settore agroalimentare.

L'intesa tutela in Marocco circa 3.200 denominazioni europee tra prodotti agricoli, prodotti agricoli trasformati, vini, liquori e vini aromatizzati registrati nell'Ue al 9 gennaio 2013.
Alla stessa data l'Ue riconosce 30 denominazioni marocchine.

L'intesa prevede un aggiornamento regolare delle Ig riconosciute dopo il 9 gennaio 2013 e la coesistenza di marchi esistenti. Il testo dell'accordo, siglato oggi da entrambi i negoziatori, sarà ora sottoposto per l'Ue all'approvazione del Consiglio e del Parlamento europeo. Particolarmente soddisfatto il commissario all'agricoltura Phil Hogan secondo cui l'intesa ''dà un nuovo slancio alle relazioni tra Bruxelles e Rabat''.

Del resto il Marocco è il primo tra i Paesi della sponda sud del Mediterraneo a fare questo importante passo in favore della promozione e tutela dei prodotti agricoli di qualità.

L'agricoltura, ha ricordato Hogan, ''costituisce un capitolo importante della cooperazione bilaterale, in particolare nel piano d'azione 2013-2017, che rappresenta la tabella di marcia per i prossimi anni. Per la commissaria al commercio, Cecilia Malmstrom, la protezione delle Ig permetterà di fare conoscere ai consumatori l'origine dei prodotti affinchè possano scegliere liberamente quali acquistare, ma anche migliorarne la qualità con un impatto positivo sui redditi degli agricoltori. Per il ministro marocchino dell'agricoltura, Aziz Akhannouch, l'accordo ''è una vera sfida per i produttori marocchini, allo scopo di ottimizzare il valore aggiunto della loro produzione''. (ANSA)