Sostenibilità e tracciabilità del cacao

13/09/2012

Con il compito di elaborare norme tecniche sui requisiti e sui criteri di verifica per determinare la sostenibilità e la tracciabilità del cacao, il Comitato europeo di normazione (CEN) ha recentemente creato il nuovo organo tecnico CEN/TC 415 “Project Committee on sustainable and traceable cocoa”, con segreteria danese (Danish Standards-DS).

Obiettivo del comitato è quello di includere nei lavori diversi criteri, tra i quali quello ambientale e le problematiche sociali ed economiche; l’attività di normazione intende completare schemi privati di certificazione e iniziative commerciali fornendo un documento di base che consenta a tali schemi di continuare a concentrarsi sui propri obiettivi specifici nell’ambito di un quadro comune di norme europee.

La prima riunione del Project Committee, tenutasi recentemente a Bruxelles, ha visto la partecipazione di esperti, delegati nazionali, rappresentanti dell’industria del settore e altri soggetti interessati. Presente all’incontro anche il segretario del Comitato tecnico ISO “Food products” (ISO/TC 34): il CEN condividerà con ISO tutte le informazioni sui lavori, evitando duplicazioni e facilitando la coooperazione nella stesura delle norme, come previsto dal Vienna Agreement.

I membri del CEN/TC 415 sono impegnati in una azione di coinvolgimento nel processo di normazione di tutti gli stakeholders rilevanti, compresi quelli provenienti dai paesi produttori di cacao. Verrà quindi effettuata una mappatura dettagliata di tutte le parti interessate.

A livello nazionale i lavori saranno seguiti dalla Commissione Agroalimentare dell’UNI. (Fonte: UNI)

Ad oggi a rispondere all'esigenza di rintracciabilità e sostenibilità del cacao c'è lo standard UTZ.