E' PEFC l'edificio TV dello stadio da sci di Tesero


CSQA ha rilasciato la certificazione di progetto PEFC all’edificio TV dello stadio dello sci di Lago di Tesero (Tn), lo stabile più significativo realizzato per i campionati mondiali di sci da fondo “Fiemme 2013” e a dicembre scorso protagonista delle Universiadi invernali.

E' il secondo esempio in Italia e il quinto al mondo. (Vedi video)

Questo edificio, realizzato interamente con legno certificato PEFC dalla ditta Pretti e Scalfi, su indicazione progettuale dell’Arch. Roberto Bortolotti, è stato pensato come un arco che chiude a semicerchio e solo parzialmente ad est il campo di gara, dando la possibilità comunque di godere il paesaggio della piana ma fornendo un’ottima visibilità ai commentatori e alla giuria.
Contiene complessivamente 26 cabine per giuria e TV disposte su due piani, una sala grande per interviste riunioni giuria e una saletta piccola al primo piano per eventuali incontri televisivi. Al piano seminterrato è stato organizzato il servizio antidoping e un deposito.
L'edificio è stato realizzato mediante l'utilizzo di pareti portanti e solai in legno lamellare a fibre incrociate (XLam) poggianti su travi in acciaio. La copertura è anch'essa realizzata mediante pannelli in legno lamellare a fibre incrociate X-LAM.

Complessivamente le superfici a legno sono 13.380 m² (440 m³ di legname segato, pari a circa 700 m³ di legname tondo), 90% abete rosso e 10% larice.

La certificazione di progetto permette al proprietario dell’edificio (il Comune di Tesero – Tn) di dichiarare che il 100% del legname utilizzato è certificato PEFC, di cui il 97% è dai boschi certificati per la gestione forestale sostenibile PEFC della Val di Fiemme, in particolare dei comuni di Carano, Cavalese, Predazzo, Tesero, Varena, Ziano e della Magnifica Comunità di Fiemme.
La quantità di legno complessivamente impiegata per realizzare l’edificio è ricostituita in meno di tre giorni nei boschi di Fiemme e in sei ore da quelli trentini: un buon esempio di sostenibilità!

Nei periodi in cui non ci sono gare di sci, l’edificio svolge un ruolo di ostello per giovani e famiglie.
(Fonte: pefc.it)