La qualità del servizio sociale territoriale in Emilia-Romagna

17/04/2013

"La qualità del servizio sociale territoriale in Emilia-Romagna". Questo il titolo di un Rapporto di ricerca prodotto dall’Area Innovazione sociale dell’Agenzia sanitaria e sociale regionale, analizzando, dal 2010 al 2012,  la realtà organizzativa e istituzionale dei servizi sociali territoriali in Emilia-Romagna.

Nella prima parte dell’indagine è stata realizzata una mappatura dei modelli istituzionali e organizzativi dei servizi sociali in regione, evidenziando una forteframmentazione delle forme esistenti a livello locale.

La seconda parte della ricerca si è invece concentrata sulla qualità. Attraverso interviste di tipo qualitativo con i principali stakeholders (amministratori e tecnici degli Enti locali, Aziende USL, ASP, organizzazioni del volontariato, associazioni di promozione sociale, cooperative, esponenti delle Caritas territoriali e delle organizzazioni sindacali) sono stati approfonditi i criteri che caratterizzano un servizio sociale di qualità. Questo con l'obiettivo di realizzare una sorta di profilo di qualità del servizio, che dovrà essere sviluppato negli anni futuri con eventuali iniziative di formazione, diffusione delle buone pratiche e produzione normativa.

Tra le priorità che emergono vi è la necessità di lavorare sulla territorializzazione e riattivazione del legame con la comunità locale, di promuovere processi di empowerment dei singoli e delle famiglie, di rafforzare il capitale sociale del territorio, di attivare percorsi di ascolto attivo della cittadinanza, mantenendo sempre una forte enfasi sulla centralità dell’equità del sistema. (Fonte: bandieragialla.it)