Servizi Dedicati alle Persone con Disabilità

Servizi Dedicati alle Persone con Disabilità

Essere capaci di ascoltare, coinvolgere, cogliere le necessità dell'utenza e di tradurle in erogazione di servizi di qualità, coerenti con le finalità della struttura e dell'organizzazione stessa, includendoli in un progetto organico al fine di ottenere i risultati migliori: questo l’obiettivo che vogliamo perseguire con i nostri clienti.

Oggi si assiste ad una moltiplicazione di servizi che devono rispondere ad aspettative del cliente e dell'utente che cambiano e si diversificano.

E’ necessario in questo contesto aumentare il proprio livello di controllo, al fine di evitare -ad esempio- la proliferazioni di costi inutili, e continuare a stare sul mercato, diversificandosi, ma al contempo senza perdere mai di vista l'obiettivo primario.

Per cui i concetti chiave da sviluppare per una struttura che eroga servizi a persone con disabilità devono essere riconducibili a:
  • programmazione,
  • affidabilità,
  • informazione,
  • sicurezza,
  • efficacia,
  • efficienza.
Uno strumento valido per rispondere a queste esigenze sono gli standard di gestione, utili per:
  • ottenere un’eccellente qualità del servizio,
  • garantire la sicurezza degli operatori,
  • comunicare e dare sostanza alla responsabilità dell'ente.
Che cosa intendiamo per la qualità del servizio?

E’ la qualità organizzativa e la capacità da parte di una struttura di agire in modo coerente con:
  • le politiche e gli obiettivi,
  • la pianificazione,
  • i livelli di controllo,
  • la capacità di definire piani di miglioramento.
Le norme di gestione accompagnano proprio l'azienda e l'ente allo sviluppo di tali concetti, alla loro applicazione in azienda e nell'erogazione dei servizi.

L'intervento da parte di un organismo terzo di valutazione, che si pone a garanzia della coerenza applicata, aiuta la struttura certificata a crescere in credibilità per:
  • la qualità del servizio,
  • l'ottemperanza agli impegni assunti,
  • il perseguimento degli obiettivi
  • l'ottenimento dei risultati.
La certificazione a fronte della norma ISO 9001, ma anche della norma di servizio specifica UNI 11010 (complementare alla prima, ma in grado di vivere di vita propria) possono dare alla struttura certificata una maggiore consapevolezza di star proseguendo verso percorsi di miglioramento continuo, grazie alla garanzia di strumenti riconosciuti a livello nazionale e internazionale.

FASI DELLA CERTIFICAZIONE
  1. eventuale preverifica: visita preliminare facoltativa per analizzare le eventuali principali lacune, prima di avviare le fasi formali della certificazione;
  2. Verifica di certificazione (comprensivo di audit documentale): ha lo scopo di accertare che il sistema correlato alla norma di servizio implementato dall’Organizzazione sia efficacemente messo in pratica; a seguito della verifica di certificazione il Comitato di Certificazione di CSQA potrà decidere se tutti gli accertamenti eseguiti in detta fase hanno dato esito favorevole, di emettere il certificato iniziale che ha durata triennale ed è subordinato all’effettuarsi delle verifiche ispettive periodiche;
  3. Verifica di sorveglianza: gli audit di sorveglianza hanno lo scopo di accertare che l’Organizzazione certificata mantenga un efficace sistema conforme ai requisiti previsti dalla norma di servizio. L’audit di sorveglianza è obbligatorio ai fini della continuità della validità del certificato (un anno dalla data della delibera).
Validità della Certificazione
Triennale, subordinata all’effettuarsi delle verifiche ispettive periodiche.