Terzo Settore

Terzo Settore

CSQA offre i propri servizi di certificazione, ispezione, formazione a:
  • cooperative sociali,
  • fondazioni,
  • imprese sociali,
  • associazioni di promozione sociale,
  • associazioni di volontariato,
  • organizzazioni non governative,
  • ONLUS
Gli strumenti di gestione (ISO 9001, OHSAS 18001, ISO 14001, SA8000...) possono essere utili al Terzo settore per:
  • definire obiettivi,
  • misurarsi nel percorso,
  • tendere a un miglioramento continuo,
  • definire una governance
elementi necessari per rispondere in modo innovativo a richieste che vengono da una società in continua evoluzione.

L'ente di certificazione può essere, non solo uno strumento per l'ottenimento di un certificato, ma un vero e proprio partner con il quale trovare robusti e adatti strumenti di verifica, di rendicontazione, di gestione, adeguati alle specifiche situazioni, che rispondano a specifiche esigenze.

L’obiettivo comune è la costruzione di:
  • affidabilità,
  • trasparenza,
  • relazione con il territorio,
  • capacità di rendere conto ai propri portatori di interesse,
  • capacità di differenziarsi per anticipare e soddisfare le richieste,
  • aumento del livello di governance.

E tutto ciò finalizzato alla creazione di una rete di valori che ci accompagna verso una crescita continua.

La strategia di sviluppo del Terzo settore infatti passa sempre di più attraverso lo sviluppo di partnership di medio-lungo periodo con imprese, fondazioni d’impresa, enti privati con cui parlare e svilupparsi, utilizzando linguaggi e strumenti comuni e costruendo percorsi condivisi di collaborazione.

La trasparenza, l’esperienza di un ente terzo di certificazione aiuta a:
  • intraprendere un percorso virtuoso di condivisione di linguaggi e di strumenti,
  •  identificare un valore condiviso attorno al quale è possibile sviluppare sinergie, partnership, occasioni di sviluppo, per accrescere il capitale territoriale.

FASI DELLA CERTIFICAZIONE
  1. eventuale preverifica: visita preliminare facoltativa per analizzare le eventuali principali lacune, prima di avviare le fasi formali della certificazione;
  2. verifica di certificazione (comprensivo di audit documentale): ha lo scopo di accertare che il sistema correlato alla norma di servizio implementato dall’Organizzazione sia efficacemente messo in pratica; a seguito della verifica di certificazione il Comitato di Certificazione di CSQA potrà decidere se tutti gli accertamenti eseguiti in detta fase hanno dato esito favorevole, di emettere il certificato iniziale che ha durata triennale ed è subordinato all’effettuarsi delle verifiche ispettive periodiche;
  3. verifica di sorveglianza: gli audit di sorveglianza hanno lo scopo di accertare che l’Organizzazione certificata mantenga un efficace sistema conforme ai requisiti previsti dalla norma di servizio. L’audit di sorveglianza è obbligatorio ai fini della continuità della validità del certificato (un anno dalla data della delibera).
Validità della Certificazione
Triennale, subordinata all’effettuarsi delle verifiche ispettive periodiche.