AUA: il Modello Unico della Regione Lombardia

02/10/2014

La Regione Lombardia ha approvato il modello unico regionale per la presentazione della domanda di AUA ( DDG n. 5512 del 25/6/2014) indicando anche le specifiche tecniche per l'interoperabilità tra sistemi informativi per i procedimenti ambientali ( DDC n. 5513 del 25/06/2014).

Il Decreto Direttore Generale n. 5512 del 25 giugno 2014, che attua quanto era stato disposto dalla dgr 1840/2014, definisce il modello unico regionale per la presentazione dell'istanza AUA ed è composto da:

- una PARTE GENERALE, n. 7 SCHEDE SETTORIALI;
- i «MODELLI» da utilizzare quali fac-simile degli allegati previsti dalle Schede.
 
Si definiscono anche le specifiche tecniche per l'interoperabilità tra sistemi informativi a supporto dei procedimenti AUA, allo scopo di sostenere l'interscambio della documentazione tra gli Enti coinvolti.

Conformemente al DPR 160/2010, i soggetti gestori devono inoltrare, esclusivamente per via telematica le istanze, con l'esclusione di utilizzo della posta elettronica certificata per l'invio al SUAP, qualora sia attiva presso un SUAP una modalità telematica di compilazione guidata e di gestione delle stesse in formato standard XML.

Prevista comunque una fase transitoria per l'integrazione delle specifiche tecniche di interoperabilità nei sistemi e degli applicativi informatici in uso presso le Autorità Competenti e i SUAP, al fine di valutarne eventuali aggiornamenti dei contenuti della modulistica che scadrà il prossimo 31 ottobre 2014. 

Durante questo periodo transitorio la Regione ha precisato che nel caso in cui manchi la modalità telematica di compilazione guidata e di gestione delle istanze in formato standard XML, la domanda può essere presentata e gestita secondo le modalità telematiche già in uso presso i SUAP o utilizzando la piattaforma regionale MUTA.

In tutto il territorio lombardo le istanze per il rilascio di Autorizzazioni Uniche Ambientali (AUA) saranno obbligatorie a partire dal 1° novembre 2014.

La modulistica e le specifiche tecniche di interoperabilità sono immediatamente disponibili sia nella piattaforma regionale MUTA (Modello Unico Trasmissione Atti), sia sul portale nazionale.