Al via all'Autorizzazione unica ambientale

12/06/2013

Il 13 giugno entra in vigore il Regolamento AUA introdotto con DPR 13 marzo 2013, n. 59, (pubblicato sul Supplemento Ordinario alla GU n.124 del 29-5-2013).

L'autorizzazione unica ambientale sarà rilasciata per via telematica da un unico soggetto (Sportello Unico per le attività produttive- SUAP), eliminando le difficoltà nell'individuare il soggetto a cui rivolgersi (Regioni, Province,Comuni, ARPA, ecc.).

Per quanto riguarda i procedimenti avviati prima della data di entrata in vigore del regolamento, vanno considerati conclusi ai sensi delle norme vigenti al momento dell'avvio dei procedimenti stessi (art. 10 comma 1).

L'autorizzazione sostituirà ogni atto di comunicazione, notifica ed autorizzazione previsto dalla legislazione vigente in materia ambientale, fino a 7 procedure ambientali che prima dovevano essere ottenute singolarmente, fra le quali l'autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali, l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera, la documentazione previsionale di impatto acustico. Sarà comunque possibile per regioni e province autonome individuare ulteriori atti da aggiungere al novero di quelli sostituibili.

Il procedimento dovrà essere improntato al principio di proporzionalità degli adempimenti amministrativi in relazione alla dimensione dell'impresa e al settore di attività, nonché all'esigenza di tutela degli interessi pubblici e non dovrà comportare l'introduzione di maggiori oneri a carico delle imprese.

Ricordiamo che l'Autorizzazione unica ambientale può essere richiesta allo scadere del primo titolo abilitativo da essa sostituito. 
Un prossimo decreto interministeriale adottato d'intesa con la Conferenza unificata, definirà un modello unificato per la richiesta dell'autorizzazione.

Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

Per quanto riguarda, in particolare gli adempimenti in materia di autorizzazione alle emissioni in atmosfera, l'Articolo 7 permette al Gestore di aderire tramite il SUAP all'autorizzazione di carattere generale ai sensi dell'articolo 272, comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

Per gli stabilimenti in cui sono presenti esclusivamente gli impianti e le attività di cui alla parte II dell'allegato IV alla parte V del Codice Ambiente, nelle more dell'adozione delle autorizzazioni di carattere generale previste dall'articolo 272, comma 2, i gestori degli stabilimenti interessati potranno comunicare tramite il SUAP la propria adesione alle autorizzazioni generali riportate nell'Allegato I al DPR 59/2013, il quale trova applicazione in ciascuna Regione sino all'adozione della pertinente disciplina regionale. (Fonte. insic.it)