Delitti in materia di privacy e 231

22/10/2013

La responsabilità amministrativa delle imprese dell'ex Dlgs 231/2001 non è staro esteso per i reati in materia di privacy. La norma prevista dal Dl 93/2013 non è stata infatti convertita dalla legge 15 ottobre 2013, n. 119 in vigore dal 16 ottobre.
 
La legge di conversione 119/2013 ha soppresso il comma 2 dell'articolo 9 del Dl 93/2013 dalle disposizioni che prevedevano l'ingresso tra i "reati presupposto" inclusi nel Dlgs 231/2001 anche dei delitti in materia di privacy (non le contravvenzioni), tra cui il trattamento illecito dei dati e le false comunicazioni al Garante.
 
I delitti in materia di privacy dunque non rientrano nelle fattispecie penali attualmente previste dalla normativa sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per fatto di dipendenti e amministratori, tra le quali, lo ricordiamo, spiccano i diversi reati ambientali introdotti nel Dlgs 231/2001 dal Dlgs 121/2011.