VDR con autocertificazione entro maggio

05/02/2013

È il 31 maggio 2013 la data entro la quale è consentita l’autocertificazione della valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 29, c. 5 del TU 81/08 (*) e ciò in relazione alla proroga contenuta nella Legge di Stabilità 2013 (L 228/2012).

A darne notizia certa, la circolare della Direzione generale delle relazioni industriali e dei rapporti di lavoro del Ministero del lavoro di ieri, 31 gennaio, (“Decreto interministeriale sulle procedure standardizzate – chiarimenti inerenti al termine finale dell’esercizio della facoltà di autocertificare la valutazione dei rischi….”).

Il termine originariamente fissato nel 30 giugno 2012, era stato differito (prima proroga) dal decreto legge 57 del 12 maggio 2012, ma “per consentire ai datori di lavoro di effettuare la valutazione dei rischi sulla base delle procedure standardizzate (decreto interministeriale del 30 novembre 2012) si è determinata una ulteriore proroga, quella  inserita nella Legge di Stabilità 2013. (**)

Da qui la precisazione del Ministero: i datori di lavoro delle imprese sotto i 10 lavoratori che nel passato hanno utilizzato l’autocertificazione per eseguire la valutazione dei rischi aziendali, possono ancora farlo ma fino e non oltre il 31 maggio 2013.

(*) “I datori di lavoro che occupano fìno a 10 lavoratori effettuano la valutazione dei rischi di cui al presente articolo sulla base delle procedure standardizzate di cui all’articolo 6, comma 8, lettera f). Fino alla scadenza del diciottesimo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale di cui all ‘articolo 6, comma 8, letto f), e, comunque, non oltre il 30 giugno 2012, gli stessi datori di lavoro possono auto certificare l’effettuazione della valutazione dei rischi. Quanto previsto nel precedente articolo non si applica alle attività di cui all’articolo 31, comma 6, lettere a), b), c), d) nonché g)”.

(**) “fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale”.
(Fonte: Quotidianosicurezza.it)