ISO 14067

CHE COS'È

La ISO 14067 è stata pubblicata nel 2018 e definisce i principi, i requisiti e le linee guida per la quantificazione e il reporting della CFP (Carbon Footprint di prodotto), basandosi sugli standard internazionali di riferimento per gli studi LCA (ISO 14040 e ISO 14044).

Tale norma offre a tutte le organizzazioni un mezzo per calcolare l'impronta di carbonio dei loro prodotti e fornisce l’opportunità di comprendere meglio le modalità con cui ridurla.

La ISO 14067:2018 sostituisce la specifica tecnica ISO/TS 14067:2013.
La compensazione delle emissioni di carbonio e la comunicazione di CFP non rientrano nell'ambito di questo documento.

CSQA verifica e convalida gli studi di CFP in ambito accreditato.

PUNTI CHIAVE

Pur basandosi sull'approccio LCA, la ISO 14067 si occupa della sola categoria di impatto "climate change" (cambiamento climatico).

La carbon footprint è intesa come la somma delle emissioni e delle rimozioni di gas ad effetto serra (GHG) lungo il ciclo di vita di un prodotto.

Nel calcolo sono pertanto considerate le emissioni legate all’estrazione e alla trasformazione delle materie prime, così come quelle legate a produzione, distribuzione, uso e fine vita del prodotto.  Lo studio della CFP (CFP study) consente di quantificare in termini di CO2 equivalente l'impronta carbonica del prodotto considerato.
 
I punti fondamentali della norma riguardano:
  • approccio di ciclo di vita
  • metodologia per la quantificazione della carbon footprint di prodotto (CFP)
  • report sullo studio CFP
L’attività di verifica è intesa come un’attività puntuale  finalizzata a valutare l’attendibilità di dati relativi al calcolo della CFP in uno specifico arco temporale.

VANTAGGI

  • Possibilità di comprendere meglio le modalità con cui ridurre la CFP
  • Maggiore capacità di dimostrare le performance ambientali di prodotto
  • Credibilità della comunicazione ambientale
  • Riduzione del rischio greenwashing