Construction 21, costruzioni verdi europee a confronto

20/06/2012

Efficienza energetica degli edifici
 
L’obiettivo di “Construction 21” è creare una rete europea fatta di comunità tematiche che comprenda aziende, università, professionisti/operatori e consumatori nel settore delle costruzioni verdi.
Il progetto finanziato dal Programma EIE – “Energia Intelligente per l’Europa”, di cui Unioncamere del Veneto è partner, vuole stimolare la crescita del mercato ed una competitività efficiente, connettendo le esigenze di domanda ed offerta e promuovendo le migliori pratiche europee, anche a supporto della Direttiva europea sugli Edifici (EPBD) e del raggiungimento degli obbiettivi del Pacchetto Clima.

Capofila del progetto è la Francia, con l’Istituto francese per l’Efficienza Energetica negli Edifici (IFBEP) e il Centro Internazionale di informazione sullo Sviluppo Sostenibile negli Edifici (CIRRID).
I partner sono l’Italia, rappresentata da Unioncamere del Veneto e dall’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE); la Spagna, con l’Istituto di Commercio Internazionale dell’Università di Barcellona (ESCI); la Romania, rappresentata dal Consiglio Romeno per le Costruzioni Sostenibili; la Germania, con il Consiglio Tedesco per le Costruzioni Sostenibili (PE International) e la Lituania, Politecnico di Vilnius. Ciascun partner sta sviluppando collaborazioni su più livelli allo scopo di favorire l’incontro tra domanda e offerta nel settore dell’edilizia sostenibile tra diversi paesi europei. Iniziative ed eventi verranno organizzati in questi Paesi coinvolgendo istituzioni e attori chiave del settore.

L’opportunità per gli addetti ai lavori consiste principalmente nell’entrare a far parte delle diverse community tematiche per scambiare e ricevere informazioni sulle tecnologie più avanzate per l’edilizia sostenibile.

Il sito web Costruction 21 è disponibile in sei lingue allo scopo di creare una comunità transazionale nel settore dell’efficienza energetica negli edifici.
Gli utenti interessati hanno la possibilità di entrare a far parte del network C21, registrarsi nel sito, iscriversi alle community e partecipare alle discussioni in materia di efficienza energetica ed edilizia sostenibile. Per iscriversi basta entrare nella piattaforma italiana e seguire le istruzioni.
All’interno di queste “comunità” gli specialisti di ciascun campo condividono ricerche ed esperienze. Ogni community è gestita da un esperto e i compartimenti d’interesse sono molteplici: Construction21, infatti, ricopre tutti i settori, sia quelli a carattere tecnico sia quelli di taglio manageriale.

I risultati attesi e i casi studio
Attraverso azioni di promozione e grazie alle community il progetto mira all’inclusione diretta di circa 200 mila professionisti e 25 mila aziende in Europa. Inoltre, 300 imprese saranno supportate da esperti del settore coinvolti dagli enti partner del progetto nel condurre audit energetici sui propri edifici. Dal 2013, infatti, il progetto mira ad estendersi in tutta Europa per diventare il primo strumento comune di scambio e diffusione di buone pratiche sull’edilizia sostenibile. La proiezione tra cinque anni è includere tutti i 27 paesi europei.

Una delle attività più importanti di Construction21 consiste nella raccolta di casi studio innovativi provenienti da tutta Europa: edifici di edilizia abitativa o commerciali, scuole, ospedali, edifici pubblici o privati e altra tipologie.
Construction21 mira ad offrire un punto di riferimento per la presentazione e la raccolta dei progetti più innovativi su scala internazionale.

La struttura unica di questa piattaforma consente il confronto sistematico tra i casi presentati dai paesi coinvolti. Inoltre, viene posta particolare attenzione ai dati economici e tecnici dei casi studio presentati: sono richiesti i costi ed i dati delle prestazioni reali per garantire la compatibilità con i vincoli di mercato. (Fonte: Ludovica Munari, Eurosportello – Unioncamere del Veneto)