ETs: ok del Parlamento europeo al rafforzamento

03/03/2017

Il Parlamento europeo ha approvato in data 15 febbraio 2017 una bozza di riforma del mercato europeo delle emissioni di Gas ad Effetto Serra per il periodo post 2020, che prevede un taglio lineare del 2,2% all'anno del CAP sulle emissioni fino almeno al 2024.

La proposta è molto più efficace nel diminuire i permessi in eccesso rispetto allo schema Market Stability Reserve (MSR) e prevede l’annullamento di 800 milioni di permessi della Riserva nel 2021.

Un altro taglio è previsto per il numero di permessi messi all’asta, che verrà ridotto fino ad un 5%. Nella bozza, tuttavia, si fa ancora riferimento ad un meccanismo di protezione per le imprese più energivore ed esposte al rischio di rilocalizzazione delle emissioni in paesi fuori dal Sistema ETs (tra cui ad esempio il settore cemento), mentre si richiedono controlli più stringenti per le emissioni nel settore aereo.

Al contrario, l'industria del trasporto marittimo ha sollevato delle obiezioni contro la sua inclusione nello schema che dovrebbe partire nel 2023. Nei prossimi mesi inizieranno le consultazioni e le trattative con i governi nazionali per arrivare alla proposta finale.
(Fonte: ec.europa.eu)