Cornetto Algida garantito da AVI con CSQA

31/03/2017




Il Cornetto Algida garantito dall’Associazione Vegetariana Italiana insieme a CSQA

CSQA Certificazioni sempre più impegnato per tutelare i consumatori su benessere e nuovi stili di vita.

Cresce l’impegno di CSQA Certificazioni nel settore dei prodotti per il benessere della personaL’Associazione Vegetariana Italiana (A.V.I.) affida in via esclusiva a CSQA la verifica del nuovissimo Cornetto Algida “Veggy”, il primo prodotto industriale di grande distribuzione senza derivati animali a beneficiare del marchio internazionale V-Label. Il marchio V-Label è oggi uno dei marchi veg più conosciuti al mondo, viene rilasciato in Italia da AVI a seguito di verifica documentale della ricetta e nei casi più complessi anche previa verifica ispettiva di CSQA.

La linea Cornetto, uno dei gelati più venduti in assoluto da Algida, si amplia così con l’introduzione di una variante innovativa per far fronte a un fenomeno in crescita: l’aumento del numero di vegetariani e vegani nel nostro Paese. Nel 2016 sono sostanzialmente triplicati (per un totale di 1,8 milioni di persone) e sempre nel 2016 il 7,6% degli italiani ha dichiarato di seguire una dieta vegetariana o vegana. Algida ha già informato, i suoi 11 milioni di followers di Facebook dell’arrivo del Cornetto Veggy con il claim “Perché la felicità deve essere per tutti”.

“Il nostro desiderio - afferma Eleonora Foglia, Brand Manager Magnum e Cornetto Italy- è che tutti possano apprezzare la bontà del Cornetto Algida. Con Cornetto Veggy abbiamo realizzato un prodotto con ingredienti vegetali, adatto a coloro che scelgono di seguire un’alimentazione vegana o vegetariana: tutta la golosità del gelato alla soia, unita alla copertura al cacao, alla granella di nocciole e alla classica cialda di Cornetto”.

A fronte di questi dati è sempre più importante per il consumatore poter avere garanzie sull’acquisto di prodotti con caratteristiche specifiche e collegate alla salute e al benessere del proprio corpo. Carmen Nicchi Somaschi – presidente di AVI – dichiara che “mentre in molte parti del mondo il marchio V-Label viene concesso solo su base di una valutazione documentale, l’esperienza italiana è unica perché in molti casi prevede anche l’ispezione dello stabilimento da parte di CSQA. Si tratta di una esperienza finalizzata a garantire maggiormente il consumatore, che è stata mutuata dalla collaborazione avviata qualche anno fa fra AVI e CSQA per la certificazione Qualità vegetariana® e Qualità vegetariana Vegan®.

Il marchio Qualità Vegetariana® e Qualità Vegetariana Vegan® è concesso in uso solo a fronte di una vera e propria certificazione rilasciata da ente terzo e indipendente e poiché i requisiti previsti sono gli stessi previsti per il marchio V-Label semplifica enormemente l’iter per l’ottenimento di questo marchio. “Le imprese hanno capito che il settore veg rappresenta un’enorme potenzialità ma la sola comunicazione non è sufficiente ed è per questo motivo che le imprese più attente si affidano a marchi riconosciuti anche dalle associazioni che rappresentano questi consumatori e che prevedono una garanzia di parte terza” sottolinea Maria Chiara Ferrarese, Business Assurance di CSQA.

I marchi Qualità Vegetariana® e V-Label sono quindi intimamente interconnessi, il primo viene maggiormente richiesto a livello nazionale mentre il secondo è maggiormente riconosciuto a livello internazionale. “Nella nostra esperienza, adottare entrambi i marchi – sintetizza Carmen Nicchi Somaschi – significa garantire il consumatore di tutto il mondo utilizzando l’uno o l’altro in base ai mercati di destinazione”.

 
Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa - Geronimo Nerli - comunicazione@csqa.it - +393394835634