Progetto SaVeGraINPuglia

11/09/2017


PSR_RGB.jpg                                                        Risultati immagini per logo feasrRisultati immagini per logo stato italiano    Risultati immagini per regione puglia
 

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE - L'EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI
PSR 2014/2020 Regione Puglia - Intervento cofinanziato dalla Unione Europea
Misura 10 – Sottomisura 10.2 Sostegno alla conservazione delle risorse genetiche in agricoltura e selvicoltura
Trascinamento Misura 214 PSR Puglia 2007-2013

 

"PROGETTO INTEGRATO DI CONTINUITÀ E PROSECUZIONE SAVEGRAINPUGLIA"

 ATS: Recupero degli antichi legumi e cereali                                  Beneficiario: CSQA Certificazioni Srl


Risultati immagini per savegrainpuglia                                               
            

 
Nel passato la Puglia era particolarmente ricca di varietà locali di leguminose e cereali da granella, coltivate seguendo agro-tecniche impiegate da secoli e basate sull’avvicendamento o rotazione delle colture allo scopo di preservare la fertilità del terreno.
La diversità genetica esistente in queste antiche varietà, ben adattate alle condizioni pedoclimatiche del territorio regionale, è da tempo minacciata da fenomeni di erosione conseguenti alla progressiva diffusione di nuove varietà maggiormente produttive.
Gli agricoltori, la comunità scientifica ed i politici pugliesi più attenti, hanno da qualche tempo sottolineato l’importanza e l’urgenza di recuperare, preservare e custodire in Banche del Germoplasma questo antico e prezioso patrimonio varietale regionale.
Per le varietà locali pugliesi di leguminose e cereali da granella, vi è carenza di informazioni storiche, sulle origini, tradizioni, usi e saperi popolari, sulle motivazioni che hanno contribuito alla loro persistenza in alcuni areali e di dati precisi sulla loro attuale diffusione sul territorio, stato fitosanitario, struttura genetica, caratteristiche nutrizionali e qualitative.
Insufficienti sono inoltre le strutture volte alla promozione, divulgazione e valorizzazione di questo antico patrimonio colturale strettamente connesso alla dieta mediterranea recentemente riconosciuta come patrimonio immateriale dell’umanità.
Obiettivo prioritario di SaVeGraINPuglia sarà pertanto il recupero, caratterizzazione, salvaguardia e valorizzazione di leguminose e cereali da granella e foraggio in Puglia.
Le varietà locali pugliesi saranno reperite nei diversi areali ed habitat regionali caratterizzate, ove possibile riconosciute come autoctone e salvaguardate applicando protocolli di tutela Regionali ed Internazionali.

Attività:
- analisi sociale, storica, bibliografica del territorio e censimento presso Enti, Università, Associazioni;
- raccolta e rilievi georeferenziati (Geographical Information Systems) in prossimità di aree protette e Rete Natura 2000, utili ai fini di eventuali future azioni di conservazione e salvaguardia;
- allevamento in campi catalogo e conservazione, secondo protocolli Internazionali, presso Banche del Germoplasma ed Orti Botanici (ex situ) per la salvaguardia;
- caratterizzazione morfologica, agronomica, genetica, tecnologica-nutrizionale, nutraceutica e salutistica, secondo le linee guida del Gruppo di Lavoro per la Biodiversità in Agricoltura Nazionale;
- verifica dello stato fitosanitario, selezione e registrazione come autoctone;
- disegno e implementazione di una piattaforma bioinformatica per l’archiviazione dati;
- realizzazione di schede di segnalazione e caratterizzazione per il loro riconoscimento;
- definizione di strategie di conservazione in Azienda o nel luogo di origine (on farm/in situ).

Risultati attesi:
- Inventari su informazioni storiche, culturali e colturali;
- Mappe di localizzazione georeferenziate dei siti di coltivazione e di habitat per la creazione di strati cartografici compatibili con la sezione SIT della Regione Puglia;
- Campioni per la conservazione nel sito di origine (in situ) e presso Banche del Germoplasma ed Orti Botanici (ex situ);
- Schede di riconoscimento digitali e banche dati di caratterizzazione multidisciplinare;
- Piattaforma bioinformatica contenente tutti i dati acquisiti;
- Convegni ed incontri tematici in ambito regionale per la divulgazione dei risultati;
-Materiale divulgativo da impiegare in manifestazioni Nazionali ed Internazionali riservate alle filiere di settore ed ai prodotti tipici regionali;
- Disciplinari per la conservazione in Azienda o nel luogo di origine (on farm/in situ);
- Rete di agricoltori custodi.

http://savegrainpuglia.it
http://www.terraevita.it/puglia-valorizzazione-di-leguminose-cereali-e-foraggere/
 
CSQA ha partecipato attivamente al progetto in qualità di partner, svolgendo indagini presso biblioteche, musei ed archivi storici pugliesi alla ricerca di materiale bibliografico contenente informazioni storiche su leguminose e cereali, ed interviste a testimoni previlegiati "cultori della materia"​.
 
Tutto il materiale raccolto è stato inserito nella Banca Dati del progetto ed ha contribuito alla compilazione di un catalogo storico che sarà reso disponibile al pubblico al termine del progetto.​
 
​Altra attività effettuata da CSQA, con il supporto scientifico dell'Università del Molise (Dipartimento Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti​) ha riguardato lo studio degli aspetti economico-sociali connessi alla coltivazione di cereali e luguminose in sette aree geografiche individuate nell'ambito del progetto (Salento 1,Salento 2,Arco Ionico, Terra di Bari, Murgia, Daunia, Gargano).
 


INFORMAZIONI:
Regione Puglia: Responsabile della misura: www.regione.puglia.it e-mail: m.pedote@regione.puglia.it
ATS: CSQA Certificazioni Srl - Via Pietro Leonida Laforgia, 4 - 70126 Bari BA - Tel: +39 080 9189900 - bari@csqa.it – www.csqa.it
Responsabile scientifico: Dr.ssa Maria Chiara Ferrarese – m.ferrarese@csqa.it