Salmonellosi, nuovo Piano nazionale di controllo

25/02/2019


La Direzione Generale della Sanità Animale ha diffuso oggi il nuovo Piano Nazionale di Controllo delle Salmonellosi negli avicoli. Il Piano, approvato dalla Commissione Europea, si applicherà agli anni 2019, 2020 e 2021. Dettagliate le modalità per il raggiungimento degli obiettivi nazionali di riduzione della prevalenza dei sierotipi di Salmonella rilevanti per la salute pubblica nelle popolazioni avicole. Completamento dei controlli entro il 31 dicembre di ogni anno.

Il nuovo Piano nazionale di controllo delle salmonellosi (PNCS) negli avicoli per gli anni 2019-2021 è stato inviato oggi dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari (DGSAF) ai Servizi Veterinari regionali. Il Piano viene dettagliato in un dispositivo dirigenziale firmato dal Direttore Generale Silvio Borrello e prescrive l'adozione di  misure "adeguate ed efficaci di individuazione e di controllo delle salmonelle potenzialmente responsabili di zoonosi a livello di produzione primaria".
Lo scopo è la riduzione della prevalenza e del pericolo per la sanità pubblica.

Il PNCS è obbligatorio, su tutto il territorio nazionale, per i gruppi degli allevamenti avicoli a carattere commerciale delle seguenti specie e orientamenti produttivi:
-Riproduttori Gallus gallus;
- Ovaiole Gallus gallus;
- Polli da carne Gallus gallus;
-Tacchini da riproduzione Meleagris gallopavo;
- Tacchini da ingrasso Meleagris gallopavo.

Le attività di controllo del PNCS sono finalizzate al raggiungimento dell’obiettivo comunitario di riduzione della prevalenza dei sierotipi di Salmonella rilevanti per la salute pubblica che è pari:
- All’1% o meno per i gruppi di riproduttori e di polli da carne Gallus gallus e per i tacchini da riproduzione e da ingrasso;
- Al 2 % o meno per i gruppi di ovaiole in deposizione.

Principali modifiche al piano
Con una nota ministeriale di accompagnamento al Paino vengono dettagliate le principali novità del Piano valevoli nel 2019. Fra queste, si fa riferimento alla  trasmissione di isolati al Centro di Referenza Nazionale per l’Antibioticoresistenza (CRN-AR) e all'analisi del profilo di antibioticoresistenza; gli isolati da inviare al CRN-AR saranno corredati dal codice univoco di prelievo riportato sulla scheda di accompagnamento campioni e dalle informazioni relative al numero progressivo (se da uno stesso gruppo o da uno o più campioni sono stati isolati diversi sierotipi) e qualora necessario dalla matrice di origine.
I dati anagrafici a corredo degli isolati inviati al CRN-AR verranno forniti direttamente dal Sistema Informativo Salmonellosi (SISalm) utilizzando il codice univoco di prelievo.

Inoltre, per quanto riguarda la conferma ufficiale, in casi eccezionali, di sospetto di risultati errati, la tempistica con cui si potrà richiedere il campionamento è limitata a 7 giorni dalla data del rilascio del rapporto di prova (esito); superato il limite dei 7 giorni le richieste non verranno prese in considerazione.
Ogni scheda di  accompagnamento dei campioni prodotta dall’applicativo BDN sarà identificata con un codice univoco di prelievo riportato sulla scheda in chiaro e con codice a barre. L’uso della scheda prodotta da BDN è obbligatorio nel caso di campioni ufficiali.

I controlli annuali del PNCS devono essere completati entro il 31 dicembre di ciascuno degli anni di validità del piano.
Le istruzioni tecniche sono pubblicate sul portale internet www.vetinfo.it – zoonosi. (Fonte: https://www.anmvioggi.it)


pdfNOTA_DI_ACCOMPAGNAMENTO_PNCS_2019.pdf324.63 KB
pdfPIANO_NAZIONALE_CONTROLLO_SALMONELLOSI_2019-2021.pdf1.2 MB