TUTTOFOOD 2019, CSQA nella Blockchain Plaza

06/02/2019



Raccontare le eccellenze food tech. Questo l’obiettivo di TUTTODIGITAL, la nuova area dedicata alla trasformazione digitale che sarà tra le grandi novità di TUTTOFOOD 2019, a fieramilano dal 6 al 9 maggio prossimi. Perché se nel mondo fisico esistono le Strade del Vino o dell’Olio, in quello virtuale esistono altrettante strade digitali del Grano, Olio, Vino e Carne, dove ogni giorno sapori, tipicità e tradizioni incontrano innovazione e tecnologia.

L’area TUTTODIGITAL prevede un ricco programma convegnistico che spazierà dall’agrifood innovation, come ad esempio le nuove soluzioni in tema di sostenibilità agroalimentare e lotta allo spreco, fino alle tematiche relative all’evoluzione del retail, come le soluzioni tecnologiche per i punti vendita, la logistica intelligente, il drive-to-store o la realtà virtuale. E ancora, si parlerà di e-commerce con le soluzioni di pagamento intelligenti, l’economia collaborativa e della condivisione e le ultime evoluzioni del food delivery, oltre che dell’immancabile mondo social con le migliori strategie per il social media management, le food community, i blog e le  app.

Grande attesa anche per il progetto Blockchain Plaza, un’arena organizzata in collaborazione con aziende come Amazon Web Services (AWS), CSQA Certificazioni, GS1 Italy, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, ChoralChain (a division of Euranet), Tech Data Italia, Becker LLC, Infocert, che si focalizzerà sulle potenzialità di questa nuova tecnologia nell’ambito dell’authentication, ovvero l’utilizzo della blockchain e del cloud.

AWS per implementare tracciabilità e rintracciabilità, anti-contraffazione e controllo delle frodi. Coordinata da un comitato scientifico, l’arena presenterà le opportunità della blockchain con l’approccio strategico dell’“ecosistema”, per aiutare i player del settore a fare di questa tecnologia un vantaggio competitivo  volto a aumentare la tracciabilità e quindi la fiducia dei consumatori in tema di sicurezza alimentare.

Blockchain Plaza darà la possibilità di confrontarsi con i player del settore che per primi hanno sperimentato, sia nelle organizzazioni sia lungo le filiere, le applicazioni della tecnologia DLT (distributed ledger technology), ovvero registri aggiornati, gestiti, controllati e coordinati in modo distribuito da parte di tutti gli attori.

Una tecnologia le cui applicazioni spaziano dalla gestione strutturata delle forniture più pregiate – ad esempio le denominazioni di origine – fino al miglioramento della loyalty attraverso le tecnologie IoT (Internet of Things) come codici a barre, QRcode o RfID. Inoltre, dal punto di vista delle aziende produttrici, all’interno di un sistema di produzione l’architettura e la struttura intrinseca della blockchain permettono di generare applicazioni “pensanti” (machine learning), con la finalità di ottimizzare i flussi, i processi e i controlli. (Fonte: http://www.tuttofood.it)