Packaging Sostenibile

Packaging Sostenibile

Quando trattasi di imballaggio, packaging quindi, altri requisiti aggiuntivi scendono in campo: quelli della sostenibilità ambientale.
 
Anche in questo caso il legislatore comunitario ha dettato requisiti cogenti. La vigente legislazione prevede esplicitamente la necessità di azioni di prevenzione ambientale, che riguardano la filiera dell’imballaggio, per ridurre l’impiego di materie prime, adottare processi e tecnologie non inquinanti, ridurre la produzione di rifiuti, informare correttamente la filiera.
L’Unione Europea impone agli Stati membri di verificare che gli imballaggi immessi sul mercato rispettino i “requisiti essenziali” previsti dalle norme tecniche pubblicate dal CEN e dalla Commissione Europea;
i requisiti sono riassumibili come segue:
  • limitare il peso e il volume dell’imballaggio al minimo necessario per garantire il livello di sicurezza, igiene e accettabilità per il consumatore;
  • ridurre al minimo la presenza di sostanze e materiali pericolosi nel materiale di imballaggio o nei suoi componenti;
  • concepire un imballaggio riutilizzabile o recuperabile per compostaggio, biodegradazione o per recupero di energia
Uno strumento per fornire dimostrazione di aver operato in base allo “stato dell’arte” e con la “diligenza del buon padre di famiglia”, può essere la certificazione di sistemi di gestione ambientale secondo i requisiti stabiliti dallo standard UNI EN ISO 14001.
Un'organizzazione con sistema di gestione ambientale certificato è infatti in grado di fornire  confidenza di gestire le adeguatamente proprie attività nei confronti dell'ambiente e dimostra il proprio impegno, tra l’altro, per limitare l'inquinamento, soddisfare tutti i requisiti legali ed altri applicabili, migliorare in modo continuativo il proprio sistema di gestione ambientale.
 
I requisiti essenziali di prodotto, sono invece cogenti e sono specificati da apposite norme tecniche cui le Imprese devono riferirsi per dimostrare il soddisfacimento dei requisiti legali imposti per gli imballaggi ed i rifiuti di imballaggi, secondo i seguenti standard pubblici di prodotto:
  • progettazione di imballaggi per riduzione alla fonte di peso, volume e sostanze pericolose, secondo lo standard UNI EN13428
  • riutilizzabilità degli imballaggi (dove applicabile), secondo lo standard UNI EN 13429
  • recupero per riciclo di materiale, secondo lo standard UNI EN 13430
  • recupero (dove applicabile) per recupero energetico, secondo lo standard UNI EN 13431
  • recupero (dove applicabile) per biodegradazione o compostaggio secondo lo standard UNI EN 13432 ed E.C. 1,2,3
Un ulteriore strumento di supporto messo a disposizione da CSQA per soddisfare i requisiti legislativi di cui sopra può essere l’analisi del ciclo di vita, traduzione italiana di Life Cycle Assessment (LCA), il quale consente alle imprese l’analisi dell’impronta ambientale di prodotto ed è applicabile al prodotto packaging.
Il metodo è definito dallo standard UNI EN ISO 14040 ed è nato per aiutare a quantificare, interpretare e valutare gli impatti ambientali di uno specifico prodotto o servizio, durante l'intero arco della sua vita.
 
Le informazioni sulla conformità ambientale dei prodotti, devono poi essere trasferite lungo la filiera in modo appropriato.
Allo scopo è disponibile lo standard UNI EN ISO 14025 il quale stabilisce le norme per lo sviluppo delle dichiarazioni ambientali di Tipo III ed i principi relativi all’utilizzo delle informazioni ambientali.
In questo contesto CSQA è in grado di rilasciare certificazioni quali quelle sullo standard privato EPD®, pubblicato dalla svedese EPD International A.B..  
 
Allo scopo di fornire confidenza circa il rispetto di specifici requisiti di provenienza e rintracciabilità dei prodotti di imballaggio, esistono anche sistemi certificabili di rintracciabilità di filiera (dunque limitati ad alcuni materiali specificatamente).
Esempi sono il sistema di rintracciabilità (o catena di custodia) PEFC e quello FSC, dedicati alla rintracciabilità e marcatura dei manufatti a base di cellulosa (filiere legno e carta) per la realizzazione di imballaggi realizzati con legni provenienti da foreste gestite in modo sostenibile secondo criteri internazionali specificati.
In questo ambito CSQA, oltre all'accreditamento PEFC, ha ottenuto l'accreditamento ACCREDIA sia per la Gestione Forestale Sostenibile che per la Catena di Custodia PEFC.