Innovare in rete, la call che finanzia l’innovazione sociale e ambientaLE

20/07/2018


Una call che mette a disposizione degli innovatori finanziamenti e consulenze di qualità: è Innovare in rete, iniziativa realizzata da Banca Etica, Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Giacomo Brodolini ed Entopan, con il coordinamento operativo di Oltre Open Innovation Hub.

Obiettivo della call è trovare progetti di innovazione capaci di generare significativi impatti sociali e ambientali; i progetti selezionati potranno così trasformarsi in realtà grazie all’accompagnamento di consulenze di alto livello e a finanziamenti fino a 700mila euro.

Innovare in rete, per cui Banca Etica mette a disposizione un plafond di 10 milioni di euro, è rivolta a startup innovative e spin-off universitari; startup innovative costituende, con priorità per quelle che coinvolgano donne e giovani sotto i 35 anni; piccole e medie imprese, incluse le cooperative e le imprese sociali; associazioni, fondazioni e altri enti del terzo settore.

Innovare in rete, in cosa consiste la call Alla call saranno ammessi i progetti capaci di rispondere a concreti bisogni di innovazione sociale e ambientale e di empowerment delle comunità nei seguenti settori: manifattura digitale, ICT, agrifood, welfare; health, IOT, robotica, meccatronica, smart mobility, smart building, smart energy, smart retail, qualità della vita, energia, open and big data, smart tourism, creatività e cultura.

I progetti selezionati potranno ottenere un finanziamento di importo compreso tra 100mila e 700mila euro da restituire in 10 anni con un anno di pre-ammortamento che darà alle iniziative il tempo necessario per rendersi sostenibili, grazie anche all’assistenza tecnica dei partner di progetto.
Il finanziamento erogato da Banca Etica potrà godere della Garanzia del Fondo per le PMI di Medio Credito Centrale.

I progetti saranno accompagnati da servizi assistenza tecnica e di incubazione/accelerazione/integrazione/consulenza a cura dall’ecosistema consulenziale esperto composto da Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Giacomo Brodolini ed Entopan. Il piano di lavoro sarà redatto insieme ai beneficiari tenendo conto dei concreti bisogni di ogni progetto. Per i progetti approvati Banca Etica valuterà anche l’attivazione di ulteriori forme di finanziamento in equity, rispetto alle quali la banca e l’ecosistema consulenziale assumeranno il ruolo di facilitatori verso potenziali investitori. Il programma Innovare in rete è stato ideato e progettato da Francesco Cicione, CEO di Entopan.

Gli interessati potranno trovare tutte le informazioni online e avranno tempo fino alle ore 12 del 30 ottobre 2018 per perfezionare la loro iscrizione. 
(Fonte: https://www.greenplanner.it)