UNI, Gestione della privacy in ambito digitale

30/05/2018


In concomitanza dell’entrata in vigore del Regolamento UE 2016/679, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), prende avvio la fase di pubblica consultazione del progetto di prassi di riferimento in tema di gestione e monitoraggio dei dati personali in ambito ICT.

Frutto della collaborazione con AIP – Associazione Informatici Professionisti, il documento è stato elaborato dal Tavolo “Processi di gestione privacy in ambito digitale”, sotto il coordinamento di UNINFO, Ente Federato all’UNI che lavora nell'ambito delle tecnologie informatiche e delle loro applicazioni.

Il progetto è ora sottoposto, sino al 24 giugno prossimo, alla fase di consultazione pubblica al fine di raccogliere osservazioni da parte del mercato.

Il progetto di prassi di riferimento "Linee guida per la gestione dei dati personali in ambito ICT secondo il Regolamento UE 679/2016 (GDPR)" si compone di due sezioni:
  • sezione 1: Gestione e monitoraggio dei dati personali in ambito ICT (scarica il documento sino al 24 giugno);
  • sezione 2: Requisiti per la protezione e valutazione di conformità dei dati personali in ambito ICT (scarica il documento sino al 24 giugno).
L’obiettivo del documento, che si rivolge ai trattamenti di dati personali mediante strumenti elettronici (ICT), è quello di definire in modo obiettivo e ripetibile le azioni per il corretto trattamento dei dati personali, offrendo a titolari e responsabili una linea guida di riferimento e alle autorità di controllo un metro di giudizio, ponendo le basi per meccanismi di certificazione come auspicati dall’art. 42 del Regolamento Europeo n.679/2016.

Si ricorda che le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori, e costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.(Fonte: http://www.uni.com)