Gestione salute e sicurezza, la nuova ISO 45001:2018

02/02/2018

A cura di Matteo Ferrari, Auditor and Technical Manager CSQA

Il 27 gennaio 2018 è stata chiusa positivamente la votazione per l'approvazione dell'ISO/FDIS 45001:2017 (Final Draft International Standard).
Il documento è ora pronto per la pubblicazione come Standard ISO prevista per il mese di marzo 2018 e la norma sarà codificata come ISO 45001:2018 Occupational health and safety management systems - Requirements with guidance for use.

La norma è il frutto di 5 anni di lavori che hanno coinvolto centinaia di esperti  di tutto il mondo, provenienti dai settori della normazione, dalla gestione aziendale, da associazioni sindacali, e costituirà il riferimento a livello mondiale per l’implementazione del sistema di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nelle organizzazioni pubbliche e private di tutti i settori ed attività.
 

Gli elementi di novità della nuova ISO 45001

Nella messa a punto della nuova norma ISO 45001 l’attenzione è stata rivolta ad alcuni capisaldi:
  • Costruzione della norma tenendo a riferimento la HLS Struttura di alto livello implementata per tutte le norme ISO aventi carattere gestionale
  • Maggiore integrabilità con ISO 9001 e ISO 14001
  • Attenzione al contesto e alla valutazione di rischi e opportunità
  • Riferimento al business aziendale
  • Coinvolgimento e sensibilizzazione di tutte le parti in gioco (management, operatori, parti interessate)
  • Maggiore coinvolgimento e considerazione dei processi affidati in outsourcing


Un  aspetto di grande novità:  l’Approvvigionamento e l’outsourcing

Gli elementi di cui sopra sono stati per la gran parte già oggetto dei sistemi di gestione della salute e sicurezza oggetto della BS OHSAS 18001, ma nella ISO 45001 viene ulteriormente amplificata la rilevanza di alcune tematiche come in particolare l’approvvigionamento (punto 8.1.4 della ISO 45001) nel quale si pone l’accento su:
  • attività e operazioni degli appaltatori che hanno un impatto sull'organizzazione;
  • le attività e le operazioni dell'organizzazione che hanno un impatto sui lavoratori degli appaltatori;
  • le attività e le operazioni degli appaltatori che hanno un impatto su altre parti interessate sul luogo di lavoro.
La norma specifica che l'organizzazione deve garantire che i requisiti del proprio sistema di gestione OH & S siano soddisfatti dai contraenti e dai loro lavoratori. I processi di approvvigionamento dell'organizzazione devono definire e applicare i criteri di salute e sicurezza sul lavoro per la selezione degli appaltatori.

Nello stesso requisito si specifica in una nota che può essere utile includere i criteri di salute e sicurezza sul lavoro per la selezione degli appaltatori .
Tale elemento introdotto dalla ISO 45001 costituisce sicuramente un aspetto di novità e molto significativo nell’ottica della gestione dei fornitori con un occhio attento alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Altro punto di grande rilevanza è costituito dal punto 8.1.4.3 Outsourcing, nel quale la norma specifica che l’organizzazione deve garantire che le funzioni e i processi esternalizzati siano controllati e che venga garantito che i suoi «accordi» di esternalizzazione siano coerenti con i requisiti legali e altri requisiti e con il raggiungimento degli obiettivi previsti dal sistema di gestione della Sicurezza.
 

Le regole internazionali per la migrazione dalla BS OHSAS 18001:2007 alla ISO 45001:2018

In data 18 gennaio 2018 è stato pubblicato il documento dello IAF (International Accreditation Forum)  denominato IAF MD 21 che definisce i requisiti per la migrazione delle certificazioni dalla Norma BS OHSAS 18001 alla ISO 45001.
L’International Accreditation Forum ha ritenuto necessario pubblicare il documento in oggetto in anticipo rispetto alla pubblicazione della Norma ISO 45001, per consentire alle organizzazioni di cominciare il percorso di migrazione alla Norma ISO 45001 ed apportare le modifiche significative al proprio sistema di gestione, tenendo presenti, in prima istanza, i requisiti del Final Draft International Standard 45001 e colmare, quindi, successivamente le eventuali differenze tra il Draft e la versione finale dello standard ISO 45001.

Gli elementi principali da conoscere per la transizione:
  • L’ Assemblea Generale IAF, riunitasi a Nuova Delhi in India, il 4 novembre 2016, ha approvato che il periodo di migrazione alla ISO 45001 durerà 3 (tre) anni dalla data di pubblicazione della ISO 45001 (marzo 2018);
  • la Norma BS OHSAS 18001: 2007 verrà "ritirata" allo scadere dei 3 (tre) anni dalla pubblicazione della ISO 45001;
  • a breve sarà pubblicato un nuovo documento MD IAF, in materia di salute e sicurezza sul lavoro (OH&S o SSL), che farà da riferimento per il rilascio e il mantenimento delle certificazioni ISO 45001. Mentre, il documento EA 3/13 M:2016, attualmente in vigore, continuerà ad essere la guida per la gestione delle certificazioni rilasciate secondo la BS 18001:2007. Il documento EA 3/13 M:2016 sarà ritirato quando la BS 18001:2007 sarà ritirata.


Validità delle certificazioni accreditate BS OHSAS 18001:2007 e modalità di migrazione

Per tutti i 3 anni successivi alla data di pubblicazione della norma ISO 45001, saranno valide sia le certificazioni emesse a fronte della ISO 45001, sia le certificazioni emesse a fronte della BS OHSAS 18001:2007.

Durante il periodo di migrazione, gli Organismi di Certificazione potranno rilasciare nuove certificazioni BS OHSAS 18001:2007, ma la data di scadenza delle certificazioni corrisponderà alla data ultima di scadenza del periodo di migrazione (marzo 2021).
Superata la data di scadenza del periodo di migrazione, le certificazioni BS OHSAS 18001 non godranno di alcun riconoscimento.

Le certificazioni ISO 45001, sotto accreditamento, potranno essere emesse solo dopo che l’organizzazione abbia dimostrato la conformità del proprio sistema alla ISO 45001 ad un Organismo di Certificazione che sia stato accreditato per il rilascio delle certificazioni a fronte del nuovo standard.


Attovotà di supporto di CSQA alla transizione e implementazione della ISO 45001:2018

CSQA partecipa ai tavoli tecnici a livello nazionale di implementazione della nuova norma ISO 45001 e di regolamentazione delle attività di certificazione della stessa.
CSQA oltre alla attività di costante informazione che garantisce mediante il proprio sito internet e tramite newsletter, sta valutando la messa a punto di seminari e workshop specifici sulla nuova norma ISO 45001, e, come già effettuato per le edizioni 2015 delle norme ISO 9001 e ISO 14001 , sta predisponendo una check list di autovalutazione con confronto con la BS OHSAS 18001 per fornire un utile strumento per la corretta gap analisys o per la pianificazione della implementazione del sistema di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro secondo i requisiti della nuova ISO 45001.