Humus, la rete agricola sociale per la biogricultura italiana

27/11/2018

 
 

Rete Humus è un’aggregazione orizzontale di cooperative agrobiologiche, associazioni e diverse altre organizzazioni operanti nell’agricoltura biologica e nell’economia solidale italiana.

Ha definito la “Carta dei principi e delle buone pratiche della Rete Humus”, che descrive il progetto e ne spiega le possibilità di condivisione da parte di tutti coloro che sono interessati, siano essi produttori agricoli, trasformatori, distributori e consumatori.

Il fine principale che la Rete persegue è quello di costituire una vera e propria comunità italiana del cibo biologico, determinando le condizioni ideali per la cooperazione e lo scambio equo fra produttori, trasformatori, distributori, ricercatori e consumatori. Questo presuppone anche la costruzione di un sistema partecipato di garanzia dei processi e dei prodotti biologici, che va al di la del sistema di certificazione ufficiale (quello cioè previsto dalle norme pubbliche vigenti) e basato sull’interazione ed il protagonismo di tutti i soggetti interessati (operatori economici, quadri tecnici e consumatori).

Un centinaio di realtà produttive e della distribuzione su tutto il territorio italiano ha già aderito: sono animati da operatori che hanno aderito ai principi della Carta Humus, anche perché già impegnati in un’agricoltura biologica di alto valore ambientale e sociale. In queste aziende si sono avviate iniziative di dimostrazione, formazione ed informazione partecipata in campo. Inoltre anche attività di rilevamento e monitoraggio finalizzate ad analizzare come i principi che abbiamo tematizzato si traducono poi nella realtà produttiva e distributiva e, come sempre insieme, li possiamo garantire, comunicare e condividere con operatori di mercato e consumatori.

 La Rete ha aderito all’IFOAM (International Federation of Organic Agriculture Movements), è parte integrante della Leading Organic Alliance (LOA), cioè il network degli organismi europei che sono detentori di standard nazionali di agricoltura biologica, e aderisce ai valori che animano il movimento dell’economia solidale italiana e del commercio equo-solidale (Fair Trade).

 Aderiscono alla Rete Humus organizzazioni di operatori economici e della società civile.
Sono: Cooperativa La Terra e il cielo (Piticchio di Acervia, AN), Cooperativa “El Tamiso”(Padova), “Con.pro.bio Lucano”, (Metaponto, MT), “Rete utile buono e bio”(Bari), “Puglia Natura”, (Bari), “Biolitalia” (Bari), “Rete bio“ Reggiolo (RE), “Agricoltura biologica Calabria-ABC” (Sant’Onofrio, VV) “Carpem naturam“ (Corigliano Calabro, CS), Associazione Università Verde di Bologna, Centro Antartide (Bologna), “Associazione La Buona Terra“(Puegnago del Garda, BS).
 
Sono partner ufficiali di Rete Humus (partecipando attivamente al Comitato Scientifico): Fondazione Culturale Responsabilità Etica (di Banca Etica), ISDE Italia (Associazione Medici per l’Ambiente), Centro Studi Avanzati sul Consumo e la Comunicazione dell’Università di Bologna, Faitrade Italia (Consorzio italiano utilizzatori marchio Faitrade), Associazione Bioesperti.