Valore condiviso: Il progetto Coop e FITS

Valore condiviso: Il progetto Coop e FITS

09/05/2012

CSQA certifica il prezzo equo pagato agli agricoltori

VALORE CONDIVISO è uno standard innovativo di certificazione che CSQA ha messo a punto per certificare gli impegni delle aziende in materia di sostenibilità.

E' uno strumento estremamente flessibile che consente di focalizzare le risorse e l’attenzione su temi (valori) specifici in materia di sostenibilità, ritenuti prioritari insieme a uno o più stakeholder di riferimento e pertinenti rispetto al prodotto / servizio specifico.

È uno strumento caratterizzato da tre elementi:
  • approccio strategico in materia di sostenibilità e rispetto ai valori che vengono condivisi
  • coinvolgimento delle parti interessate (stakeholder engagement)
  • gestione

I valori devono essere individuati all’interno dei pilastri della sostenibilità (SOCIALE, ECONOMICO, AMBIENTALE) e devono essere il risultato della condivisione fra i vari stakeholder sui quali hanno un impatto.

PROGETTO COOP ITALIA-FITS
Il progetto - estremamente innovativo - nasce dalla comune volontà di COOP ITALIA e FITS di affrontare un tema etico di grande attualità: garantire un prezzo equo al produttore di cereali coltivati in Italia. Allo scopo il progetto è ambizioso e pionieristico.

Per arrivare a questo importante risultato COOP ITALIA e FITS (Filiera Italiana Trading Seminativi) hanno intrapreso un percorso di coinvolgimento degli stakeholder - fondato sul dialogo, sulla trasparenza e sulla responsabilità sociale - che ha permesso di giungere alla definizione concordata del prezzo minimo equo da pagare agli agricoltori. Il prezzo individuato è idoneo a generare all'impresa del Produttore agricolo un reddito ADEGUATO sia per gli investimenti sia per la remunerazione del lavoro e dei mezzi di produzione.

I benefici che ne conseguono sono di duplice natura: da un lato viene garantita l’equa redditività della produzione agricola, dall’altro lato la filiera risulta solida, garantita e in grado di rispondere alle richieste del mercato interno. In questo modo si mantengono sul territorio nazionale le produzioni di qualità, che altrimenti potrebbero non essere sufficienti per coprire i fabbisogni.

Il prezzo equo riconosciuto all'agricoltore italiano inserito nella filiere garantite 100 % Italia dei cereali nasce da un processo basato sui principi della responsabilità sociale. Il prezzo è proposto dal produttore ed è eventualmente modificato insieme dalle parti in seguito alla valutazione congiunta della sua adeguatezza a sostenere l’impresa agricola e degli effetti che tale decisione produce sulla filiera produttiva fino al consumatore.

COOP ITALIA e FITS e hanno scelto di intraprendere questo percorso virtuoso iniziando dalla pasta di semola di grano duro, alimento profondamente legato al territorio e alla tradizione italiana. Il riconoscimento del valore del prodotto e della giusta remunerazione consente di generare risorse economiche per la sostenibilità, di consolidare l’attività produttiva e di coprire tutti i costi sostenuti per la produzione.

La realizzazione di pasta “AD ALTO CONTENUTO DI VALORE CONDIVISO” risponde alle esigenze del consumatore più attento e sensibile alle tematiche della sostenibilità che sempre più manifesta comportamenti d’acquisto volti a premiare prodotti ricchi di contenuti etici.