Etica e Responsabilità Sociale

Etica e Responsabilità Sociale

La CSR, intesa come “responsabilità delle imprese per il proprio impatto sulla società”, rientra nella rinnovata strategia dell’Unione Europea sulla Corporate Social Responsability.

Ovviamente il prerequisito consiste nel  rispetto da parte delle imprese della legislazione applicabile e degli accordi collettivi tra le parti sociali, ma a questi, l'azienda socialmente responsabile, nelle sue operazioni di business e nella strategia aziendale, deve aggiungere ed applicare un processo per integrare gli interessi:
  • sociali: lavoro, formazione, parità di genere, salute e sicurezza
  • ambientali: biodiversità, LCA, efficienza delle risorse
  • etici:contro la corruzione
  • dei diritti umani e dei consumatori: accessibilità, privacy.
 
 



Se ISO 26000, SA 8000, SR-10 sono i principlai strumenti per una gestione della responsabilità sociale delle imprese, le norme sulla supply chain (GlobalG.A.P. GRASP, GlobalG.A.P. Chain of Custody, UTZ Chain of Custody, PEFC Coc, Friend of the sea, Biodiversity friend, UNI 11233)  favoriscono il processo di integrazione  in stretta collaborazione con i propri stakeholder, interessando l'intera catena di fornitura.
 

UNI EN ISO 26000

La Comunità Europea nel documento COMUNICAZIONE DALLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO ... del 25 ottobre 2011 riconosce tre tipologie di linee guida autorevoli, utili specialmente a quelle aziende che cercano un approccio formale alla CSR.

La norma UNI EN ISO 26000 è uno di questi strumenti.

La norma  definisce le modalità per dare attuazione alla responsabilità sociale delle imprese.

Anche l'INAIL considera particolarmente importante la ISO26000 , alla cui elaborazione ha partecipato con un ruolo significativo fin dall’inizio, tanto che le aziende che manifestano una particolare sensibilità nei confronti della CSR è previsto che ottengano una concreta riduzione del premio.

Questa linea guida è applicabile a tutte le tipologie di aziende.

Anzi, le cooperative, o le imprese a conduzione familiare o alcuni tipi di impresa,  hanno per propria natura assetti proprietari e di governance particolarmente favorevoli alla condotta responsabile delle imprese.

I principi della responsabilità sociale secondo la ISO 26000 sono:
  1. Accountability (rendere conto)
  2. Trasparenza
  3. Comportamento etico
  4. Rispetto degli interessi degli stakeholdersrispetto del principio di legalita'
  5. Rispetto delle norme internazionali di comportamento
  6. Rispetto dei diritti umani
La ISO 26000 è una guida,  non un sistema di gestione, perchè la norma non può essere implementata ma solo 'seguita, vissuta' all'interno dell'azienda, integrata nella propria strategia aziendale.

Non esiste dunque la possibilità di dare evidenza, attraverso l'ottenimento di un certificato dell'applicazione in azienda della linea guida ISO2600.

Esistono tuttavia  altri strumenti di 'rendicontazione' degli obiettivi ottenuti o dei singoli o specifici percorsi intrapresi, nell'affrontare i diversi aspetti della responsabilità sociale.

La stessa ISO26000 nell'appendice A fornisce una serie di iniziative volontarie e strumenti di responsabilità sociale, certificabili e non.

La metodologia utilizzata da CSQA:
  • aiuta le aziende ad integrare la guida in quelle che sono le strategie, le prassi e gli obiettivi già applicati, in modo tale da favorire il processo di 'cambiamento di paradigma' che le aziende devono intraprendere nell'applicazione della ISO26000.
  • Permette di identificare degli indicatori di performance e di coerenza adottate da parte dell'organizzazione, in modo tale da essere da supporto a forme comunicative che permettano all'azienda di coinvolgere i propri stakeholder nelle proprie attività e di condividere gli obiettivi definiti.
  • Consente di aiutare tutte le tipologie di azienda, siano esse grandi o piccole ad integrare la responsabilità sociale in tutta l'organizzazione tenendo conto del proprio sistema sociale, economico e ambientale, delle proprie priorità, delle specifiche richiesta da parte di portatori di interesse.
I benefici della responsabilità sociale per un’impresa :
  • aumento della competitività (valutazione del rischio di gestione, riduzione dei costi, accesso al capitale, migliori relazioni con i consumatori, gestione delle risorse umane, capacità di innovazione).
  • Aumento della capacità di anticipare le aspettative e di apportare le necessarie modifiche a prodotti e servizi per rispondere a tali aspettative (capacità di affrontare cambiamenti sociali, economici, ambientali) attraverso il dialogo e il costante confronto con gli stakeholder (vantaggio competitivo).
  • Accrescere e mantenere la propria reputazione d'impresa, ossia della credibilità che l'impresa stessa ha di fronte alla società.